Tredicenne scopre tesoro dei Vichinghi nascosto in Germania

tesoro vichinghi germania

ROMA – Il tredicenne Luca Malaschnitschenko e il suo maestro René Schoen hanno compiuto un’importante scoperta archeologica. I due hanno portato alla luce il tesoro dei Vichinghi nascosto nell’isola di Ruegen, in Germania.

Gli oggetti ritrovati – secondo l’istituto archeologico del Meclemburgo-Pomerania – dovrebbero appartenere alla tradizione vichinga: per la precisione, al Re Aroldo I Dente Azzurro. Il sovrano è considerato il re che unificò la Danimarca e che, voltando le spalle alla tradizione vichinga, introdusse il cristianesimo nel Paese. Fu poi costretto a fuggire in Pomerania a causa di una rivolta capeggiata dal figlio, Sweyn Barbaforcuta.

A seguito del ‘colpo grosso’ del giovane e del suo compagno di avventura, le autorità locali hanno ordinato gli scavi su un’area dell’isola. La seconda ricerca ha rinvenuto monete dell’epoca ed altri oggetti preziosi.

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it