Dirigente istituto Piedimonte: "Matese isolato, alternanza all'estero

Dirigente istituto Piedimonte: “Matese isolato, alternanza all’estero”

NAPOLI – Una scuola con due sedi, a Piedimonte Matese e ad Alife, piccoli Comuni periferici della provincia di Caserta, e una vasta offerta formativa, per i giovani e per gli adulti. Si articola cosi’ l’istituto Vincenzo De Franchis, uno dei 10 di Lazio e Campania che hanno aderito alla campagna “Noi Siamo Bambini”, progetto di educazione e sensibilizzazione contro gli abusi sui minori. Promosso dal dipartimento Pari Opportunita’ della presidenza del Consiglio dei Ministri attraverso una convenzione con l’istituto Morano di Caivano (Napoli), il progetto coinvolge anche la Societa’ Italiana di Pediatria, l’Istituto di Ortofonologia, l’agenzia di stampa Dire e il Garante dell’Infanzia del Lazio, realta’ impegnate a porre un argine a possibili abusi dentro e fuori l’aula.

“I nostri ragazzi dell’istituto tecnico di Piedimonte – spiega la dirigente scolastica, Isalbella Balducci – svolgono dei corsi riproposti analogamente agli studenti-lavoratori del serale e la stessa formula viene usata per l’istituto tecnico economico di Alife. Qui ci sono vari indirizzi, come quello elettrico e termoidraulico, mentre l’indirizzo ‘abbigliamento’ il prossimo anno diventera’ Made in Italy”. Una articolata offerta formativa, quindi, “che offre diverse prospettive post diploma”, assicura Balducci.

Il principale problema da affrontare al De Franchis e’ direttamente collegato alla territorialita’: “l’area del Matese – afferma la preside – e’ piuttosto emarginata e lontana da centri come Caserta e Napoli. Le opportunita’ per i nostri ragazzi sono piuttosto residue e questo si riverbera anche nell’Alternanza scuola-lavoro. Spesso andiamo proprio a cercare altre opportunita’, magari lontano dall’istituto o fuori dalla Campania. Da settembre, tra l’altro, partiremo con un’esperienza transnazionale e quindi i nostri ragazzi avranno l’opportunita’ di fare Alternanza all’estero. La nostra sfida e’ arricchire un territorio cosi’ povero e deprivato, rilanciandolo con nuove energie e potenzialita’”.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it