Ho paura che un 'passo falso' possa farmi rivivere quel doloroso periodo...

Ho paura che qualsiasi ‘passo falso’ possa farmi rivivere quel doloroso periodo…

Ho subito un intervento per raschiamento il 28 marzo scorso, e il ciclo mi è arrivato il 29 aprile. Il ginecologo mi ha avvertita che adesso, qualsiasi rapporto a rischio può determinare una gravidanza. Ho paura per questo rapporto nel quale il preservativo è rimasto all’interno della vagina.

Salve. Scusate se insisto ma la mia è una situazione alquanto ‘bizzarra’.
Ho subito un intervento per raschiamento il 28 marzo scorso, e il ciclo mi è arrivato il 29 aprile. Il ginecologo mi ha avvertita che adesso, qualsiasi rapporto a rischio può determinare una gravidanza essendo internamente ‘pulita’, ho paura che avendo avuto questo rapporto (nel quale il preservativo è rimasto all’interno della vagina, ma poi l ho espulso andando in bagno ad urinare).
Ho paura che qualsiasi ‘passo falso’ possa farmi rivivere quel doloroso periodo.

Francesca


Cara Francesca,
immaginiamo che debba essere davvero difficile non farsi prendere dal panico, deve essere stato un evento molto doloroso. A volte necessariamente siamo costretti a voltare pagina a farci vedere forti e capaci di superare tutto, a mettere una distanza galattica per evitare di essere risucchiati da un dolore sempre più imperante.
Ma alcune situazioni lasciano un segno profondo che scavano nella memoria e che ci fanno sentire nonostante le mille barriere sempre più vulnerabili. Non sappiamo molto della tua storia, e di come sei arrivata a questo raschiamento, ma forse potrebbe essere importante per te prendere un pò di tempo per rispettare il tuo dolore e il tuo corpo.
Questo non vuol dire che devi rinunciare alla sessualità, ma ci sembra di capire che in questo momento la paura sia dominante e non ti fa vivere comunque questa area del rapporto con serenità. Paradossalmente la paura che paralizza potrebbe far pensare ad una reazione fisiologica del corpo che suggerisce di  fermarti a dar spazio ad altro. Magari parlare di quello che è successo con il tuo compagno, con una figura si riferimento o con un esperto potrebbe farti sentire più forte nell’affrontare questi ricordi.

Ribadiamo che non conosciamo la tua storia e che le nostre sono solo ipotesi ma ci arriva davvero tanto la tua paura, il tuo dolore, la stanchezza, la vulnerabilità e riflettevamo su come forse a volte bisogna fermarsi e difendere la proprio emotività, che non vuol dire essere immergersi solo in un dolore esasperato ma trovare in quel buio le risorse per attivare un processo di trasformazione.
Rispetto al rapporto è difficile darti delle certezze assolute, magari se il preservativo era integro potrebbe anche non esserci stata nessuna perdita. Soprattutto se non eri nel periodo fertile potrebbe esserci sempre meno rischi. Prova ad aspettare, potresti per sicurezza anche effettuare un test di gravidanza valido sin dal 12°/14° giorno del ciclo.
Valuta anche se fare due chiacchiere con uno psicologo potrebbero essere per te una possibilità per esplorare meglio le tue risorse.
Coraggio!
Un caro saluto!