Ultimamente non sto vivendo la mia sessualità come vorrei e ho sempre una forte paura di restare incinta…

Ho sempre una forte paura di restare incinta, non so come riacquistare la mia spensieratezza, perché vi assicuro che non sto vivendo più bene i miei rapporti…

Buonasera cari dottori, sono qui a scrivervi perché ho bisogno di un piccolo supporto e un aiuto.
Allora, comincio col dirvi che ultimamente non sto vivendo la mia sessualità come vorrei, nel senso che non riesco più ad essere tranquilla con me stessa. Ho sempre una forte paura di restare incinta, non solo perché ho passato alcuni mesi davvero bui, con i ritardi del ciclo e sintomi del tutto nuovi, ma anche perché ultimamente tutte le mie amiche stanno riprendendo in attesa e non riescono a capire neanche loro come sia successo. So benissimo che affinché si instauri una gravidanza si debba essere nel periodo fertile e debba avvenire un’ eiaculazione interna. Io ho sempre avuto rapporti non protetti perché sono sempre stata sicura del mio ragazzo, solo che ora la così grande paura mi ha costretto ad usare tutte le precauzioni possibili e anche così non riesco a sentirmi sicura al 100%. Non so come riacquistare la mia spensieratezza, perché vi assicuro che non sto vivendo più bene i miei rapporti e mi dispiace tantissimo per questo.
Detto ciò, vorrei un parere per sconfiggere le mie insicurezze.
Il ciclo mi è arrivato il 3 di questo mese, penso ci sia stata l’ovulazione intorno al 22 aprile dato le mie grosse perdite cremose. Il giorno prima del ciclo ho avuto un rapporto non protetto perché avevamo finito i preservativi, ma come sempre con eiaculazione fuori senza alcun contatto. Dopo il ciclo che mi è finito 4 giorni fa, ieri ho avuto un altro rapporto, sempre non protetto perché non era pianificato. Non è stato possibile portarlo a termine per la mia grandissima paura. Ora volevo dirvi che da quando mi è finito il ciclo ho fastidi alle ovaie e sotto la pancia, un senso di bruciore e dolore al basso ventre che rimane lì e poi a volte si sposta soprattutto all’ ovaio destro.
Lo so che è una domanda stupida e mi dovete scusare tanto, ma secondo voi mica rischio una gravidanza? Ho perdite di muco però non penso siano già da ovulazione perché se le tocco sono tipo cremina ma molto fluida.
Ho paura, soprattutto perché ho sentito parecchie storie di mie amiche che non sanno come sia successa la gravidanza ed ogni sintomo la mia mente lo porta sempre lì. Secondo voi cosa può essere? Qualche infezione? E proprio fisso sotto al ventre.
Per favore aiutatemi perché sto sprecando davvero parte della mia adolescenza sempre e solo a pensare a questo.

Anonima, 19 anni


Cara Anonima,
dalle tue parole si percepisce una forte agitazione interna ed una preoccupazione che in questo momento della tua vita non ti permette di vivere in maniera spensierata l’intimità con il tuo partner. Ci preme restituirti che aver deciso di scriverci è già un passo importante in quanto ti stai dando la possibilità di aprire delle riflessioni volte a capire la situazione delicata che stai vivendo. Cercheremo quindi di offrirti degli spunti e che possano aiutarti a fare delle connessioni un pò più profonde.
Avere il timore di una gravidanza, soprattutto quando si è giovani, è del tutto naturale, in quanto il progetto di avere un figlio è un passo molto importante che andrebbe pensato e valutato in una cornice di grande desiderio da parte della coppia, è un cambiamento significativo che ovviamente ha bisogno del suo tempo per poterlo realizzare. Da quanto scrivi però ci sembra di capire che la tua paura sia un pò più profonda a tal punto da renderti l’area della sessualità una fonte di angoscia, dici di non vivere bene i rapporti sessuali, e immaginiamo che questo può avere delle ricadute nella relazione con il tuo partner. D’altra parte i metodi contraccettivi nascono proprio per questo, per proteggere la sessualità da ansie e preoccupazioni ed evitare di incorrere in “incidenti di percorso”. Ma quando questi non bastano a tranquillizzarci nonostante tutti gli accorgimenti bisogna iniziare a chiedersi che cosa sta accadendo dentro di sè, se la paura di una gravidanza possa significare altro, se ci possa essere un collegamento con i momenti bui che ci hai accennato e quindi se internamente c’è un’angoscia più profonda che in questo momento sta emergendo.
Capiamo che non sia facile e ci chiediamo se con il tuo fidanzato tu abbia mai provato a parlarne ritagliandoti dei momenti di condivisione di questi vissuti. Riteniamo infatti che mantenere un dialogo aperto nella coppia possa aiutare entrambi, non ti fa sentire sola con le tue paure, ma insieme potete trovare le risorse per “combattere questi mostri”. Certamente non aiuta l’esperienza delle tue amiche che inaspettatamente sono rimaste incinta nonostante le precauzioni, questo alimenta il tuo stato di ansia, però ci teniamo a sottolineare che i metodi contraccettivi sono sicuri e affidabili e se si è attenti e precisi si possono evitare sorprese. Inoltre tieni presente che il coito interrotto, seppur largamente diffuso, non è un metodo contraccettivo affidabile in quanto è necessario da parte del partner un grande controllo del proprio corpo che, nei momenti di eccitazione e coinvolgimento, non sempre è facile mantenere, quindi porta con sé sempre del rischio. Riguardo alla tua domanda, i sintomi che lamenti (dolore alle ovaie, fastidi al basso ventre) potrebbero essere una preparazione all’ovulazione che non è detto sia uguale tutti i mesi, quindi a volte può presentarsi più dolorosa e con delle perdite bianche e filamentose e altre volte in maniera silente.
Ti consigliamo per i prossimi rapporti di scegliere un metodo contraccettivo che possa aiutarti ad arginare le ansie. In questo momento avere rapporti non protetti non ti è di aiuto, anzi rischia di incrementare l’agitazione.
Speriamo di esserti stati utili.
Un caro saluto!