Alcol, studentesse romane presentano campagna di comunicazione all'ISS

Alcol, studentesse romane presentano campagna di comunicazione all’ISS

ROMA – ‘Alcol, ma tu quanto ne sai? Conoscere per non rischiare’. E’ questo il claim della campagna di comunicazione che quattro studentesse dei licei ‘Orazio’ e ‘Avogadro’ di Roma in alternanza scuola-lavoro all’Istituto Superiore di Sanita’ hanno realizzato sotto la guida del direttore dell’Osservatorio Nazionale Alcol dell’Iss Emanuele Scafato.

La campagna e’ stata presentata stamattina da Alice Dionisi e Cecilia Schiavoni del liceo ‘Orazio’ all’Istituto Superiore di Sanita’ nell’ambito della 17esima edizione dell’Alcohol Prevention Day.

“Abbiamo creato un opuscolo da distribuire nelle nostre classi per il target individuato, che va dai 14 ai 18 anni- racconta a diregiovani.it Alice- In questo opuscolo, oltre al nostro claim, abbiamo analizzato le risposte di un questionario costruito per valutare quanto i ragazzi sanno della gravita’ dei rischi legati al consumo di alcol”.

E le risposte raccolte dalle studentesse non sono state incoraggianti: “Molti ragazzi consumano bevande alcoliche anche sotto i 18 anni, soprattutto consumano piu’ delle unita’ stabilite in base a genere ed eta’- spiega Alice- Sopra i 18 anni, infatti, alle ragazze e’ concessa una sola unita’ alcolica, ai ragazzi due. Nel questionario sono venute fuori quattro-cinque unita’, perche’ i ragazzi sono abituati a fare happy hour e aperitivi e ad andare nei pub”.

Un’esperienza preziosa, quella dell’alternanza in Iss, perche’ le studentesse sono riuscite nel difficile compito di informarsi per informare, in un circuito virtuoso che parte da una maggiore consapevolezza: “Da quando ho iniziato questo percorso, ricevendo informazioni sui pericoli legati all’assunzione di bevande alcoliche, il mio stile di vita e’ cambiato- dichiara a diregiovani.it Cecilia- Quando esco con gli amici la sera o per un aperitivo ragiono e bevo con coscienza, cerco di rispettare le unita’ alcoliche consigliate per le donne e di condividere le informazioni con i miei amici e con la mia famiglia- conclude- consigliando loro sui pericoli a cui si va incontro bevendo troppo anche rispetto ai danni della salute”.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it