23 maggio dedicato all'antiracket per le scuole della Basilicata

23 maggio dedicato all’antiracket per le scuole della Basilicata

ROMA – Sara’ dedicata al tema dell’antiracket la giornata della legalita’ organizzata per il 23 maggio nell’aula magna dell’universita’ della Basilicata, a Potenza, in occasione del 26esimo anniversario delle stragi di Capaci e via d’Amelio.

Parteciperanno all’evento in ricordo di Giovanni Falcone il presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella, la rettrice dell’ateneo Aurelia Sole, il prefetto di Potenza Giovanna Cagliostro, il dirigente dell’Ufficio scolastico regionale Claudia Datena e oltre 200 studenti degli istituti superiori della Basilicata, destinatari durante l’anno di un percorso di sensibilizzazione sul fenomeno dell’usura promosso dall’Usr in collaborazione con il commissario regionale Antiracket e Antiusura, gia’ procuratore della Repubblica di Potenza, Luigi Gay.

Al centro del dibattito quattro parole-chiave ricavate dagli elaborati degli studenti di quattro istituti (due di Matera e provincia, due di Potenza e provincia) realizzati da una traccia somministrata attraverso l’Usr su suggerimento di Gay. “Abbiamo chiesto ai ragazzi quanto sapessero di usura e racket e quali secondo loro fossero le misure piu’ utili per contrastare questo fenomeno, a parte la via giudiziaria- spiega all’agenzia di stampa Dire la referente all’educazione alla legalita’ e alla rappresentanza studentesca dell’Usr Basilicata Barbara Coviello- Hanno risposto in maniera molto attenta e abbiamo capito che avvertono la necessita’ di avere un’educazione scolastica in questo senso”.

Ad essere selezionate sono state le scuole dei territori piu’ soggetti al fenomeno dell’usura come il Metapontino e il Vulture, a prevalente vocazione industriale e commerciale. “Raccogliendo le sollecitazioni degli studenti- aggiunge Coviello- abbiamo individuato le quattro parole-chiave che ricorrevano piu’ spesso negli elaborati: coraggio, indignazione, educazione e giustizia. Saranno queste le parole al centro del tavolo della giornata della legalita'”. In particolare di coraggio parlera’ il commissario Antiracket Luigi Gay, di indignazione Francesco Contini, alunno di una scuola di Matera e presidente della Consulta regionale degli studenti.

La parola passera’ alla referente per la legalita’ dell’Usr Barbara Coviello, che parlera’ di educazione, e al procuratore della Repubblica del Tribunale di Potenza Francesco Curcio, che invece si occupera’ di giustizia. “Oltre alle rappresentanze studentesche di tutta la regione, saranno presenti all’evento i ragazzi del liceo classico ‘Giustino Fortunato’ di Rionero, finalisti nazionali di debate- precisa Coviello- Gli studenti del ‘Fortunato’ introdurranno le quattro parole-chiave dividendosi in squadre ed impostando un dibattito partendo da posizione contrapposte”. La giornata regionale della legalita’ e’ organizzata dall’Usr in collaborazione con la Regione Basilicata, la Prefettura di Potenza, l’Ufficio regionale Antiracket e Antiusura, la Procura della Repubblica di Potenza, l’UniBas e la Rai.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it