Ho avuto l'ovulazione posso escludere il rischio di una gravidanza vero?...

Ho avuto l’ovulazione posso escludere il rischio di una gravidanza vero?…

Buongiorno, vi scrivo per chiarirmi un dubbio. Ho avuto un rapporto protetto (profilattico) con il mio ragazzo 4 giorni dopo la fine del ciclo. Ho un ciclo di circa 35 giorni e a causa dello stress derivante dallo studio universitario mi è successo che sia saltato qualche mese. Dopo 6 giorni da questo rapporto protetto ho avuto un’unica perdita marroncina che non riesco a spiegarmi da cosa derivi. Qualche settimana dopo ho ovulato e nel frattempo non ho più avuto rapporti. Ora però ho un ritardo di qualche giorno anche se la pancia mi duole un po’. La mia domanda è la seguente: dal momento che il rapporto era protetto e ho avuto l’ovulazione posso escludere il rischio di una gravidanza vero? Non è possibile che il profilattico si sia rotto senza che ce ne accorgessimo? Anche perchè se poi ho avuto l’ovulazione a due settimane di distanza circa sarebbe passato troppo tempo vero?
Vi ringrazio,
Cordiali saluti

Chiara, 21 anni


Cara Chiara,
da quello che ci hai descritto non dovrebbero esserci significativi rischi in quanto il rapporto è stato protetto e molto probabilmente eri fuori dal periodo fertile per cui dovrebbero venire meno  le condizioni necessarie affinchè si instauri un concepimento.
Se il preservativo fosse rotto molto probabilmente ve ne sareste accorti. Molto probabilmente queste perdite sono legate allo spotting ovulatorio dovuto ad un brusco calo degli estrogeni (sbalzo ormonale) che solitamente precede di qualche giorno il picco ovulatorio (picco di LH) e che provoca un piccolo sfaldamento della mucosa uterina. Lo spotting può avere cause disfunzionali e organiche. Le più comuni sono le prime, legate a un’ovulazione non ottimale e sono più frequenti soprattutto in giovane età. Tendono a risolversi spontaneamente nel corso di due o tre cicli mestruali.
Le alterazioni ormonali possono dipendere da cause diverse: disturbi del comportamento alimentare, assunzione di contraccettivi ormonali, alterazioni del ciclo sonno/veglia, ma soprattutto sono correlate con lo stress. Quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
E ci sembra di capire che non sia un periodo tranquillo per te.
Non riteniamo sia nulla di grave, ma è chiaro che in una consulenza online non è possibile fare diagnosi perchè non ci sono strumenti di approfondimento diagnostico e mancano dati anamnestici che permettano di avere un quadro generale, per questo consigliamo sempre, qualora i sintomi dovessero persistere di consultare un ginecologo o rivolgerti a un Consultorio, dove troverai degli esperti per monitorare insieme la situazione, dare un nome alla causa ed eventualmente intraprendere un trattamento.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it