Ero in panico, ho cominciato a urlare chiedendogli cosa fosse successo…

Si è controllato e si è calmato e ha detto che potevo stare tranquilla perché non era assolutamente venuto , ma che mi aveva fatta spostare perché il rapporto gli stava piacendo molto e aveva paura che di lì a poco sarebbe potuto venire.

Vi scrivo per avere un consiglio e un indicazione. Ero al 15 giorno di ciclo e ho avuto un rapporto non protetto con il mio ragazzo. Mi spiego meglio : solitamente no pratichiamo coito interrotto , ossia lui non esce quando sente che sta venire . Di solito invece esce molto molto prima di avere lo stimolo  e infatti dopo viene con l’aiuto delle mani e tassativamente lontano da me . Ora purtroppo nell’ultimo episodio che avevo accennato all’inizio del messaggio le dinamiche, al 15esimo giorno di ciclo , sono state le seguenti : a un certo punto mi ha detto di fermarmi, e io mi sono spostata e vedendolo un po’ preoccupato io che sono molto molto ansiosa e soffro di attacchi di panico , sono andata in panico appunto ,e ho cominciato a urlare chiedendogli cosa era successo ecc ecc  .. lui ,vedendomi così ,ho avuto la sensazione che andasse altrettanto in panico e ha detto che avrei dovuto prendere la pillola. Dopo poco però è tornato in se , si è controllato e si è calmato e ha detto che potevo stare tranquilla perché non era assolutamente venuto , ma che mi aveva fatta spostare perché il rapporto gli stava piacendo molto e aveva paura che di lì a poco sarebbe potuto venire. Ho continuato a chiedergli come mai quella reazione e lui ha detto che ha sentito del liquido scendere mentre ero sopra di lui e in concomitanza con il fatto che gli piaceva si è preoccupato potesse essere suo .( e in effetti eravamo entrami molto sporchi delle mie secrezioni ) Ora mi ha detto che se voglio posso evitare di prenderla perché non c’è pericolo secondo lui , infatti poi il rapporto è stato concluso sempre con le mani e lontano dai miei genitali . Ora io però sono nel panico più totale .. a breve ho un esame universitario e sono già stressatissima e questo evento non fa che acuire il mio stato di ansia .. ho paura che possa essere venuto a metà , solo in parte .. non so.. anche se forse razionalmente so che è impossibile , non ci è mai successo nulla del genere ..purtroppo le sto pensando davvero tutte . Vi chiedo aiuto perché non so se effettivamente sarebbe il caso di sottopormi all’uso della pillola , cosa che mi crea ancora più ansia perchè anni fa ho dovuto prenderla e sono stata malissimo . Vi prego aiutatemi ,e datemi una indicazione o un parere perché sto davvero impazzendo ! Grazie mille in anticipo!

Irma, 24 anni


Cara Irma,
la non affidabilità del coito interrotto come metodo contraccettivo sta proprio nella difficoltà di avere un controllo perfetto sul proprio corpo durante momenti di intenso piacere. Soprattutto se poi subentra un panico importante potrebbe essere utile che vi confrontiate sulla possibilità di scegliere uno tra i tanti metodi contraccettivi in commercio che maggiormente rispecchiano le vostre esigenze e che vi permetta soprattutto di vivere lo spazio intimo con una maggiore serenità.
Visto il momento di intenso piacere reciproco, la sensazione descritta dal tuo ragazzo potrebbe corrispondere anche ad una tua secrezione ma nello specifico potrebbe non essere così facile escludere completamente fattori di rischi, essendo nel periodo fertile.  Purtroppo in una consulenza online è davvero difficile se non impossibile poterlo stabilire con certezza.
Potrebbe invece essere più di aiuto recarti in un Consultorio della tua zona o confrontarti con il tuo ginecologo che conoscendo meglio tutta la tua anamnesi e avendo a disposizione anche strumenti diagnostici di approfondimento potranno capire in maniera più idonea la necessità o meno di assumere un contraccettivo di emergenza. Come tu stessa specifichi è un farmaco a tutti gli effetti ed è quindi giusto valutare bene l’assunzione.
Speriamo di essere stati ugualmente di aiuto, torna a scrivere se ne hai bisogno.
Un caro saluto!