'Pretendiamo legalita', Gabrielli premia i vincitori del concorso

‘Pretendiamo legalita’, Gabrielli premia i vincitori del concorso

ROMA – Diffondere tra i giovani la cultura della legalita’. È lo scopo del concorso voluto dalla Polizia, in collaborazione con il Miur, ‘pretenDIAMO legalita’, a scuola con il commissario Mascherpa’, concluso oggi con la premiazione degli studenti vincitori. Alla cerimonia ha partecipato il capo della Polizia, Franco Gabrielli. Testimonial dell’iniziativa il commissario Mascherpa, personaggio protagonista di una graphic novel a episodi sul mensile ‘Polizia moderna’.

La premiazione e’ stata presentata dall’attrice della fiction ‘Un posto al sole’, Clotilde Sabatino. Presenti anche i campioni delle Fiamme Oro, il gruppo sportivo della polizia di Stato: Valentina Vezzali, Roberto Cammerelle, Irma Testa e Alice Volpi. “Quando sali sul ring- ha detto Cammarelle- si puo’ vincere, ma si puo’ anche perdere. Dobbiamo reagire ed essere piu forti sempre. Questo e’ il grande insegnamento dello sport”.

Poi e’ stata la volta della regina della scherma, Valentina Vezzali: “Sono diventata quella che sono grazie alla mia famiglia. Il nostro maestro ci ha insegnato che in primis vengono le regole, poi bisogna studiare e quindi ci ha insegnato che bisogna lottare e non bisogna mai abbandonare i nostri sogni”. “La mia passione e’ nata in una periferia difficile di Napoli- ha detto invece ai ragazzi delle scuole la giovane pugile Irma Testa- Qui ho capito che ognuno puo’ scegliere tra la strada giusta e quella sbagliata. Quando torno nella mia citta’ cerco di spiegare che lo sport puo’ fornire strade migliori”. Sul palco sono saliti per una breve performance anche l’attore Giovanni Vassallo e Emanuela Aureli.

Premiati in tutto sei istituti: la scuola Lorenzo il Magnifico della provincia di Prato e il Convitto Paolo Diacono in provincia di Udine per la categoria arti figurative, una scuola di Potenza e un’altra di Cuneo per la sezione cortometraggi, mentre per la sezione fumetto la Scuola Gabriele D’Annunzio di Colle Corvino di Pescara e il Liceo artistico Colao di Vibo Valentia.

Soddisfatto il Capo della Polizia Gabrielli che ha premiato le scuole e dal palco ha inviato alcuni messaggi ai giovani: “I ragazzi ci hanno insegnato che noi adulti a volte ci poniano con loro con la giusta e doverosa modalita’ per indicare una strada, ma poi molto spesso sono i comportamenti dei ragazzi a farci capire se i nostri messaggi sono stati ricevuti. Ringrazio il ministero dell’Istruzione e la ministra Fedeli che sono state compagni di strada in questi progetti in cui crediamo che ci sia un futuro. Perche’ i ragazzi sono il nostro futuro. ‘PretenDIAMO’– ha proseguito- e’ una parola dal senso biunivoco, come quando si parla liberta’ che finisce e inizia dove finisce e inizia quella degli altri. Il futuro dipende da noi e dalle nostre mani”, ha concluso Gabrielli.

A margine della cerimonia e’ stata predisposta un’area espositiva rivolta ai ragazzi coinvolti nel progetto e aperta ai cittadini nella vicina piazza San Silvestro con con la presenza di alcuni mezzi storici e di ultima generazione della polizia di Stato.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it