Turismo in Abruzzo, a #FuturaPescara le proposte degli studenti

Turismo in Abruzzo, a #FuturaPescara le proposte degli studenti

Montesilvano (Pescara) – Quali sono le strategie piu’ efficaci per sviluppare un sistema turistico integrato per l’Abruzzo? I primi a dare una risposta a questa domanda sono stati gli studenti e le studentesse degli istituti turistici abruzzesi, che stamattina hanno presentato i risultati di due giorni di dibattito sul tema al Palacongressi di Montesilvano, nell’ultima giornata di #FuturaPescara per il Piano Nazionale Scuola Digitale.

Nelle due giornate precedenti i ragazzi hanno vestito i panni dei consiglieri regionali, riunendosi nel ‘Consilium’, una simulazione del consiglio regionale abruzzese. Scopo del confronto, elaborare una proposta di legge volta a implementare e modernizzare il sistema turistico della regione. Sei portavoce ne hanno illustrato stamattina i punti salienti per sottoporli al parare degli esperti del settore.

Le proposte, esposte con chiarezza e precisione, spaziano dalla modernizzazione delle strutture ricettive alla valorizzazione delle associazioni Pro Loco, dalla ristrutturazione delle infrastrutture allo sviluppo di una mobilita’ ecosostenibile capace di “salvaguardare la regione in quanto polmone verde d’Europa”. Particolare attenzione e’ stata rivolta al tema della messa in sicurezza sismica delle strutture perche’ “l’Abruzzo ha molto sofferto, ma non ha mai pianto e non si e’ mai lasciato abbattere, anzi ha fatto tesoro della sua sofferenza”.

Il modello turistico delineato dai ragazzi e’ dunque fondato sull’ecosostenibilita’ e sulla salvaguardia delle tradizioni locali, ma senza rinunciare alle potenzialita’ offerte dalle nuove tecnologie digitali, che sono il tema portante di #FuturaPescara. Va in questa direzione la proposta di creare un portale unitario, fruibile su smartphone grazie a un’applicazione specifica, che possa raggruppare e pubblicizzare tutti gli eventi, le mostre, ma anche le piccole sagre locali, “perche’ il food tourism e’ un settore in continua crescita ed e’ quindi indispensabile valorizzare l’enorme patrimonio enogastronomico abruzzese”.

Nell’immaginare uno sviluppo a tutto tondo del sistema turistico regionale, gli studenti dimostrano di avere un occhio di riguardo per il tema della solidarieta’: “Vorremo istituire un osservatorio sull’economia solidale, con lo scopo di collegare definitivamente lo sviluppo con l’equita’, l’occupazione con la solidarieta’ e il risparmio con la qualita'”. Gli esperti del settore presenti alla tavola rotonda si sono congratulati con gli studenti per la serieta’ della proposta e delle riflessioni sollevate. Fra questi, Claudio Ucci, consulente turistico per la regione, ha affermato con una punta di sarcasmo che “in questo momento non c’e’ affatto da parte della politica la sensibilita’ e la lungimiranza che avete dimostrato voi ragazzi”.

Gianmaria De Paolis, imprenditore e professore universitario, ha particolarmente apprezzato l’accento posto sul cosiddetto “turismo esperenziale” (che valorizza le esperienze concrete che si possono vivere nel territorio) e sull’importanza della comunicazione e della messa in rete, “perche’ uno dei problemi fondamentali del nostro sistema turistico e’ che chi sta al mare a Pineto, non sa che a pochi chilometri c’e’ Atri, uno dei borghi medievali piu’ belli dell’Italia centrale”. L’impegno dei giovani studenti-consiglieri e’ stato infine premiato dal neo assessore regionale al Turismo Giorgio d’Ignazio, con la promessa di dare un seguito al lavoro svolto: “Prendo personalmente l’impegno di organizzare una giornata in consiglio regionale per far venire due portavoce ad esporre la vostra proposta- ha dichiarato- perche’ vorrei veramente che questa bellissima legge fosse ascoltata da tutti i consiglieri con la speranza che un giorno potra’ diventare operativa”.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it