Giuliano Crupi torna sulla scena musicale con LA BELLEZZA

Giuliano Crupi torna sulla scena musicale con LA BELLEZZA

giuliano crupi la bellezza ROMA – Giuliano Crupi torna sulla scena musicale con un nuovo brano, La Bellezza

Le note dance e la voce avvolgente del cantante accompagnano il concetto di bellezza che si fonde con il movimento: la bellezza esteriore, come canta Crupi, non esiste ma è solo frutto dei nostri personalissimi e soggettivi filtri sulle persone e sul mondo.

Non siamo attirati dalla bellezza esteriore, o meglio, possiamo esserne attirati inizialmente e sempre soggettivamente ma ciò che ci lega o che, ancor di più, ci fa innamorare di un’altra persona è il suo modo di fare, di esprimersi, di gesticolare, la sua voce, il parlare dei suoi occhi, il suo linguaggio del corpo, quello non verbale.

 

In sostanza, il cantautore in questo nuovo singolo sintetizza la bellezza nella parola MOVIMENTO.

Giuliano Crupi – La Bellezza (Official Videoclip)

Come nei precedenti singoli del nuovo progetto musicale partito a marzo 2017 con Impronte, anche nel singolo La Bellezza tutto ruota intorno ad un ascolto attivo del mondo circostante, delle persone e di quello che provano, delle loro emozioni e dei sentimenti.

La Bellezza si lega stilisticamente e testualmente a tutti gli altri singoli e, qui, Crupi vuole esaltare un tratto distintivo dell’amore, in tutte le sue sfumature e forme: che si tratti di amicizia o di relazione più profonda. Il “movimento” è quello che ci attira e che rende priva di una risposta logica la domanda “cosa ti piace di lui/lei?

La bellezza non è nella forma ma nel movimento canta l’artista all’inizio di entrambe le strofe della canzone. Un brano potente, immediato, diretto, che fluttua tra elettro, dance, rock e cantautorato, con una cassa dritta ridondante che entra in modo spiazzante e, sempre volutamente, proprio sulla parola “movimento”, come a volerlo sottolineare con forza.

Tutto il brano assorbe e trascina in un crescendo finale che fa venir voglia di entrare nuovamente in quella dimensione “effettata”, ovattata e filtrata con giochi di suono creati appositamente come metafora, come può rapirci il suono della voce di un altro essere umano.

Il movimento veloce –  contrapposto al movimento più lento, quello dei dettagli, in una storia che esalta la purezza più spontanea dell’amore –  è il filo conduttore del videoclip de La Bellezza, firmato dal regista Daniele Barbiero, al quale Crupi affida ormai con estrema fiducia il delicato lavoro della trasmigrazione da musica a immagini.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it