Strage di Viareggio, cosa accadde il 29 giugno 2009

Sono 33 gli imputati accusati di disastro ferroviario colposo, omicidio colposo plurimo, incendio colposo e lesioni personali colpose

Sono passati 9 anni dalla strage di Viareggio.
Quella notte del 29 giugno 2009 l’inferno scese in terra, provocando 32 morti e decine di feriti.
In ricordo delle vittime si terrà un corteo per le strade di Viareggio: si parte alle 21:00 da via Ponchielli, per giungere alla casina dei Ricordi dove alle 23.48 (ora del disastro) saranno letti i nomi delle vittime.

Strage di Viareggio, cosa accadde il 29 giugno del 2009

Il 29 giugno 2009, alle 23:50, un treno merci partito da Trecate (Novara) e diretto a Gricignano (Caserta) deraglia alla stazione di Viareggio.
Il convoglio era composto da 14 cisterne cariche di GPL.
Da una cisterna squarciata del primo carro fuoriuscì il gas che si incendiò innescando un’esplosione.
Immediatamente le fiamme avvolsero strade e vie, trasformando Viareggio in un inferno di fuoco in cui persero la vita 32 persone, bruciate vive dalle fiamme. Due anziani sono morti d’infarto per la paura.
Molti altri hanno riportato gravi ustioni.

Secondo le indagini l’incidente avvenne a causa della rottura di un fusello della sala montata di un carro cisterna, che trascinò fuori dai binari altri quattro carri provocando il deragliamento del treno.

La sentenza

Colpevoli.
E’ questa la sentenza emessa per tutti i 33 imputati per il disastro della stazione di Viareggio, tragedia in cui persero la vita 32 persone.
Per loro le accuse variano da disastro ferroviario colposo, omicidio colposo plurimo, incendio colposo e lesioni personali colpose.
Condanna in 1° grado di 7 anni per Mauro Moretti, all’epoca dei fatti amministratore delegato di Ferrovie dello Stato.
Il PM ne aveva chiesti 16.
Moretti riceverà una buonuscita di oltre 9 milioni di euro dopo aver lasciato l’incarico a capo di Leonardo, società pubblica che emetterà “un’indennità compensativa e risarcitoria” di 9,26 milioni a suo favore.

Le stragi ferroviarie in Italia

Non è la prima volta che l’Italia affronta tragedie ferroviarie di questa portata.