Oltre la pillola non ci sono altri metodi anticoncezionali?...

Oltre la pillola non ci sono altri metodi anticoncezionali?…

Gentili dottori,
ho 26 anni ed è la prima volta che provo un contraccettivo orale, purtroppo in seguito ad un IVG.
Mi era stata prescritta la pillola Yasminelle e l’ho presa per due mesi, ma mi ha dato molti effetti collaterali.
Primo fra tutti il mal di testa (e non ne ho mai sofferto), addirittura con disturbi visivi. Ho fatto una visita oculistica e mi è stato detto che gli occhi sono a posto (porto gli occhiali e studio molto al pc) solo che la retina è delicata ed ha delle zone di degenerazione pigmentaria senza fori ne rotture.
Secondo, un vago senso di pesantezza alle gambe e dolore: mi sono aumentati dei piccoli capillari visibili (li ho sempre avuti ma sono un pò di più) e per finire dolore al seno. Il primo mese di trattamento ho avuto spotting e la mestruazione da sospensione è stata brevissima ed irregolare.
Mi è stato cambiato il farmaco con Novynette, però ho qualche paura: come mai tanti fastidi?
E’ naturale che un contraccettivo dia gli effetti che ho provato oppure potrebbe essere il mio fisico inadatto a tollerarlo?
La novynette cosa ha di differente rispetto alla yasminelle?
Se non potessi prendere la pillola non ci sono altri metodi anticoncezionali meno aggressivi e che comportino meno rischi a livello vascolare?
Grazie mille

R., 26


Cara R,
gli anticoncezionali orali possono avere degli effetti collaterali, soprattutto nei primi mesi di assunzione. Inoltre è possibile che siano necessari dei cambiamenti del tipo di pillola prima di individuare quella che meglio si adatta alle esigenze e alle caratteristiche della persona.
Nel tuo caso qualche accertamento in più sarebbe senz’altro consigliato, soprattutto dal punto di vista coagulativo, vascolare e oculistico (la degenerazione della retina va assolutamente valutata: perchè è presente?), perchè potrebbero esserci delle controindicazioni ai contraccettivi orali. Il problema va discusso con un ginecologo ed un oculista esperti della situazione.
I metodi contraccettivi sono molti, va individuato quello più opportuno alle esigenze della persona.
Oltre alla pillola anticoncezionale, il preservativo rimane un metodo con un basso indice di fallimento, se utilizzato correttamente. Ci sono anche i dispositivi di contraccezione intrauterini (spirale) o di barriera (diaframma), che richiedono una maggior attenzione riguardo al posizionamento e all’utilizzo, ma che sono spesso indicati proprio nei casi in cui ci siano dei problemi cardiovascolari. La scelta dipende da te e dal partner seguendo i consigli di un buon ginecologo. Puoi anche associare a questi metodi a barriera sistemi come la misurazione della temperatura basale.
Ribadiamo che comunque la scelta del metodo anticoncezionale va scelto adattandolo alle esigenze individuali.
Speriamo di essere stati esaurienti; restiamo a disposizione per ogni altra tua richiesta.
Saluti!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it