Along Came Jazz, torna a Tivoli il festival che suona jazz

Along Came Jazz, torna a Tivoli il festival che suona jazz

Steve Coleman

Roma – Dal 25 al 29 luglio Tivoli suona benissimo, sta per tornare infatti ALONG CAME JAZZ, quattro giorni di musica con musicisti di fama internazionale. La rassegna festeggia quest’anno 18 candeline e porterà sul palco la voce di Flo (il 25 luglio), il blues anarchico dei Roots Magic (il 26) e poi,  sabato 28, grande festa con il free-funk internazionale di Steve Coleman and Five Elements. La manifestazione chiuderà domenica 29 luglio con Bill Frisell: l’artista, insieme alla band When You Wish Upon A Star, smonta e rimonta note soundtrack tipo “Il padrino”, “Psycho”, “Bonanza”, “Il buio oltre la siepe”.

La quattro giorni a suon di jazz, ideata e progettata dall’Associazione Culturale “Costa della Forma”, con il patrocinio del Comune di Tivoli, sarà ospitata completamente dalle Acque Albule Terme di Roma, che per il terzo anno consecutivo producono la kermesse, ed avrà come tema l’acqua, elemento essenziale per la risorsa termale, ma anche, visto il glorioso passato, per tutto il territorio tiburtino.

L’equivalenza tra jazz e acqua suona bene. Lo sciacquío randomico di quel liquido vitale evoca l’ondulatoria, trainante imprevedibilità dei tamburi afroamericani“, spiega Enzo Pavoni, Direttore Artistico di Along Came Jazz. “Continuiamo a puntare sul multilinguismo e sulle contaminazioni, non ce ne vogliano i puristi del jazz“.

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it