Mi trovo a vivere una situazione piú grande di me e non riesco a calmarmi…

Buongiorno,
vi scrivo perché mi trovo a vivere una situazione piú grande di me e non riesco a calmarmi. Ho un ritardo di 6 giorni e mi sembra di vivere un incubo! Il mio fidanzato non ne sa nulla, anzi siamo anche andati via per un weekend e mi ero prefissata di parlargli, ma poi non ce l’ho fatta, perché ho avuto troppa paura di perderlo. Mia mamma continua a chiedermi se mi é arrivato il ciclo o no, e non fa altro che mettermi pressione. Ha addirittura prenotato una visita ginecologica (la prima per me) e non so perché. Ma questa cosa mi mette ancora piú ansia, perché ho paura che la dottoressa scopra che io sono incinta. Ho paura di fare un test, mi sento sola, ho paura di parlare con il mio fidanzato, anche se in questi giorni mi ha confermato quanto mi ama e quanto vuole stare con me tutta la vita.
Lui é già molto stressato per il lavoro e per altri motivi, e non voglio mettergli pressione e ansia. Ma nello stesso tempo mi sento male perché so che sto mentendo. Io continuo a ripetermi che il motivo del ritardo é un periodo di forte stress che ho vissuto durante l’ ovulazione, perché ho dovuto fare uno stage di due settimane con dei bimbi disabili in una comunità, e poi partire controvoglia per una settimana lontano da casa.
Mi ricordo che dormivo poco e avevo un continuo peso sul petto, perché queste due esperienze le ho vissute come una costrizione. In piú, anche avendo avuto rapporti con il mio fidanzato, sono stati tutti protetti dall’inizio alla fine, e lui ha sempre controllato il preservativo.
Possibile che non si sia accorto di una rottura? Ho molta paura e mi sembra di impazzire, perché continuo a rimuginare sulle stesse cose e non so con chi parlarne! É possibile che a causa di quel forte stress il ciclo sia in ritardo o addirittura mi possa saltare?
Vi prego rispondetemi presto, ho bisogno di consigli e di qualcuno che mi ascolti, non riesco a calmarmi.
Grazie in anticipo

Chiara


Cara Chiara,
siamo piuttosto tranquilli rispetto al fatto che il ritardo sia legato presumibilmente  a fattori di ansia e di stress, dal momento che hai sempre utilizzato il preservativo, ma capiamo la tua preoccupazione.
Prova a prendere il lato positivo, riteniamo che sia molto importante che tu vada a fare una visita visto che hai iniziato ad avere rapporti, quindi deve diventare una buona pratica periodica. E’ un ulteriore occasione per avere informazioni utili sulla sessualità e per creare un’alleanza con una figura professionale che ti possa seguire nei prossimi anni così importanti per una donna.
Inoltre, forse dovresti riflettere su questa resistenza a parlare con il tuo fidanzato per paura di perderlo, anche perchè ci sembra che abbiate un ottimo rapporto e che lui ti ama.
Pensiamo, non per togliere valore al ruolo di tua madre, ma che l’area sessuale è una parte della vita privata e molto personale, quindi è importante condividerla in toto con il tuo partner, siamo certi che ti e vi aiuterà a fortificare il vostro rapporto e a sedare l’ansia.
Infatti, essere sola in questa situazione amplifica i timori, le paure e i brutti pensieri, invece la condivisione può aiutarti a razionalizzare.
Un caro saluto!