Si spaccia per Daddy Yankee e gli ruba 2 milioni di dollari

ROMA – Si è spacciato per Daddy Yankee, è entrato nell’hotel dove alloggiava la star e si è fatto aprire la cassaforte che si trovava nella sua camera. Il bottino 2 milioni di dollari. È l’impresa, se così si può chiamare, di un ladro, sosia del cantante. 

L’uomo è riuscito a intrufolarsi nell’Hotel Meliá, a Valencia, portando via con sé contanti e gioielli senza nessun ostacolo. Inoltre, ha svaligiato anche le camere dell’entourage dell’artista. Il ladro – come se niente fosse – è poi riuscito a scappare senza essere bloccato. La polizia sta indagando per risalire alla sua identità, monitorando i filmati di sicurezza dell’albergo. Nella camera d’albergo non sono rimaste sue tracce o impronte digitali.

L’ufficio stampa di Yankee ha annunciato il silenzio stampa sulla vicenda “per non ostacolare le indagini in nessun modo”.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it