Ritorno al bosco dei 100 Acri, Winnie The Pooh e i suoi amici raccontano la prima volta al cinema

Ritorno al bosco dei 100 Acri, Winnie The Pooh e i suoi amici raccontano la prima volta al cinema

Le interviste ai protagonisti del film al cinema dal 30 agosto

ROMA – Una storia commovente che arriva dritto al cuore. È al cinema dal 30 agosto Ritorno al bosco dei 100 Acri, il racconto senza tempo dei personaggi di A.A. Milne: Winnie the Pooh, Tigro, Pimpi, Ih-Oh, Kanga, Ro, Tappo e Uffa in versione live action e per la prima volta sul grande schermo. I protagonisti hanno raccontato questa esperienza inedita ai nostri microfoni. 

Il film, diretto da Marc Forster, vede l’attore vincitore del Golden Globe e candidato all’Emmy Ewan McGregor nei panni di Christopher Robin; l’attrice candidata al Golden Globe Hayley Atwell nel ruolo di sua moglie Evelyn; Bronte Carmichael nella parte della figlia Madeline; mentre l’attore, candidato all’Emmy, Mark Gatiss è Giles Winslow, il capo di Robin.

Insieme guidano Winnie The Pooh e soci in questo ritorno al passato. Un’avventura lunga 104 minuti, capace di divertire grandi e piccini, affrontando temi importanti. La famiglia e il bisogno di rimanere bambini anche in età adulta, mantenendo la spensieratezza di quando si era piccoli.

Sinossi

Christopher Robin, il bambino che ha vissuto tante avventure con i suoi amici, i vivaci e adorabili animali di pezza del Bosco dei 100 Acri, ora è cresciuto e vive a Londra, nella metà del ‘900, alle prese con i problemi dell’età adulta. Lavora come Responsabile del settore efficientamento presso la Valigeria Winslow, cercando di trovare un equilibrio fra i lunghi orari lavorativi e gli impegni familiari. Ha quasi del tutto dimenticato lo stupore e la fantasia che hanno caratterizzato la sua infanzia. Ma prima o poi il passato ritorna.

Dopo aver cancellato un impegno con sua moglie Evelyn e sua figlia Madeline durante il weekend a causa del lavoro, Christopher Robin ritrova inaspettatamente Winnie the Pooh e i suoi vecchi amici del Bosco dei Cento Acri e insieme a loro ricorda i bei tempi, quando non fare nulla insieme al proprio migliore amico era considerata la cosa più bella. Quando torna a Londra per occuparsi dei problemi finanziari della società per cui lavora, Christopher si rende conto di aver perso alcuni importanti documenti che erano nella sua valigetta: a quel punto i suoi vecchi amici decidono che è arrivato il momento di aiutarlo.

ritorno al bosco dei 100 acri