Quindi in quali casi può fecondare il liquido preseminale?…

Grazie dottori. Quindi chi sostiene che può fecondare intende casi in cui il liquido preseminale sia sul pene mentre questo penetra in vagina senza preservativo giusto? Non dall’esterno mentre mediano mutande ?

Giovanni


Caro Giovanni,
esistono alcune ricerche, in letteratura scientifica, basate sul dilemma riguardante la presenza o assenza di spermatozoi nel liquido pre-eiaculatorio. La controversia è aperta: se alcuni studi affermano di aver trovato spermatozoi mobili con capacità di fecondare nel liquido preseminale, altri ne difendono l’assenza. Tutti gli studi sono realizzati in base a una bassa numerosità di soggetti, motivo per cui i risultati di queste ricerche non possono essere completamente generalizzabili.Gli ultimi studi più accreditati sembrano riportare che il liquido preseminale ha solo una funzione meccanica: lubrificare l’uretra affinché si crei un ambiente idoneo al passaggio dello sperma. Inoltre mantiene l’ambiente basico, affinché gli spermatozoi possano sopravvivere e che seppure vi fossero degli spermatozoi questi non sarebbero in grado di fecondare.
Il coito interrotto è una pratica diffusa ma non sicura proprio perchè non è facile controllare il corpo in momenti di intenso piacere e differenziare quindi tra il liquido preseminale e quello seminale.Per questo è sempre consigliato avere rapporti protetti dall’inizio alla fine, qualora non si cerchi una gravidanza.
Affinchè avvenga un rapporto ribadiamo è necessario che ci sia una eiaculazione interna alla vagina, in assenza di contraccettivi, durante il periodo fertile della ragazza.
Se lo sperma è esposto all’aria, ad indumenti, superfici esterne come pelle, lenzuoala non sopravvive a lungo in quanto non ci sono il ph e le temperature adeguate. Inoltre non può superare barriere come indumenti o slip.
La contraccezione aiuta a vivere l’intimità in maniera più serena oltre che proteggersi da eventuali malattie sessualmente trasmissibili.
Un caro saluto!