Premio nazionale Federchimica, vince studente che prepara il sapone

Premio nazionale Federchimica, vince studente che prepara il sapone

ROMA – ‘La Scienza, che bellezza!!!’. È questo il titolo del racconto con cui Federico Bucchi, studente dell’istituto ‘Gandino’ di Bologna, ha vinto il premio nazionale Federchimica Giovani 2017-18 per la sezione Detersivi.

I 26 premi, un tablet per gli studenti e 2.000 euro alla scuola per i lavori di gruppo, sono stati consegnati oggi al museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, 14 a gruppi di studenti e 12 a studenti singoli.

Il premio è promosso da Federchimica, la federazione nazionale dell’industria chimica in collaborazione con la Direzione Generale per lo Studente, l’integrazione e la Partecipazione del Miur.

Tema di quest’anno del concorso, che ha visto la partecipazione di oltre 400 candidati delle scuole medie di tutta Italia (coinvolti in totale 6.000 studenti), ‘Chimica: la scienza che muove il mondo’.

Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato 300 ragazzi che, con racconti di fantasia, fumetti, video, presentazioni in power point e reportage giornalistici, hanno saputo raccontare, in modo originale e creativo, come la chimica ci accompagni in ogni momento della nostra giornata e sia fondamentale nelle grandi sfide dell’umanita’ e del pianeta.

Federico Bucchi è riuscito a trasmettere l’utilità dei prodotti per la pulizia della casa e per l’igiene. Grazie ai laboratori offerti dal piano lauree scientifico dell’università di Bologna, offerti dalla dottoressa Carla Boga e dal dottor Stefano Cerini, coordinatori del piano lauree scientifico dell’università di Bologna, Federico ha potuto cimentarsi in prima persona nella preparazione del sapone, realizzando un testo approfondito e al contempo piacevole che ha conquistato la giuria.

Il premio ha l’obiettivo di incoraggiare un metodo, anche informale, per raccontare e insegnare la chimica nelle scuole medie. Anche le imprese del territorio sono coinvolte direttamente con testimonianze di esperti e visite agli stabilimenti e ai laboratori.

Il progetto si inserisce in un percorso più ampio, già da tempo avviato da Federchimica per avvicinare i giovani alla chimica, migliorarne la conoscenza e orientare a percorsi di studio tecnico-scientifici. Insieme a Federchimica i premi sono stati assegnati dalle associazioni di settore Aia, Aispec, Agrofarma, Assobiotec, Assocasa, Assofertilizzanti, Assofibre Cirfs Italia, Assogastecnici, Assosalute, Avisa e Cosmetica Italia.

I lavori vincitori sono disponibili sul sito www.federchimica.it, dove a breve sarà pubblicato anche il regolamento per la nuova edizione, dedicata all’anno internazionale della Tavola degli elementi promossa dall’Onu per il 2019.