Con lo strusciamento di genitali è possibile un concepimento?...

Con lo strusciamento di genitali è possibile un concepimento?…

Mi rivolgo sempre a voi perché mi tranquillizzate subito, il mio ragazzo mi ha fatto un ditalino, interno per la prima volta, ma senza arrivare in profondità (vedendo l’imene con uno specchietto è ancora intatto), ma il mio dubbio è, poco prima si era toccato il pene, per spostarlo, niente di che, è possibile che io sia incinta? Ho effettuato una masturbazione io dopo un po’, ma ero vestita e lui è venuto dopo e non è più entrato in contatto con me.
Con lo strusciamento di genitali è possibile un concepimento (uno dei due nudo e l’altro vestito) ?

Anonima


Cara Anonima,
solitamente con il petting è difficile se non impossibile che si instauri una gravidanza che necessita di una eiaculazione completa interna, in assenza di metodi contraccettivi, durante il periodo fertile della donna che solitamente oscilla tra l’undicesimo e il diciottesimo giorno di un ciclo regolare.
Il rischio può avvenire solo nel momento in cui viene inserito in vagina un dito sporco di sperma appena eiaculato sempre che la donna sia nel suo periodo fertile.
Nel tuo caso non abbiamo ben capito le successioni ma non ci sembra non ci sia stata una eiaculazione precedente, e se parliamo solo di liquido pre-eiaculatorio sappi che secondo alcune recenti ricerche scientifiche non dovrebbe contenere spermatozoi mobili e seppure ve ne fossero piccole quantità questi non sarebbero capaci di fecondare.
Nel momento in cui la masturbazione avviene, inoltre, anche con indumenti i rischi son nulli in quanto gli spermatozoi non hanno la capacità di attraversare gli indumenti. Considera inoltre che lo sperma a contatto con gli agenti esterni non sopravvive in quanto non c’è nè il ph nè le temperature adeguate.
Speriamo di aver risposto a tutti i tuoi dubbi e domande, torna a scrivere qualora ne avessi bisogno.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it