Mary Poppins Returns, tutta la magia della tata nel primo trailer

Mary Poppins Returns, tutta la magia della tata nel primo trailer

ROMA – È finalmente online il primo trailer di Mary Poppins Returns (Il ritorno di Mary Poppins), il sequel del film del 1964 al cinema dal 20 dicembre. Adattamento del romanzo di Pamela Lyndon Travers, la tata più famosa di sempre torna 20 anni dopo i fatti del primo film. Nel 1930, per far visita a Jane e Michael Banks, ormai cresciuti. Ad indossare i panni che furono di Julie Andrews, Emily Blunt

Tra magia e candore non mancano le sorprese. Nel cast, infatti, troviamo anche Meryl Streep, la signora in giallo Angela Lansbury e Colin Firth. E ancora: Lin-Manuel Miranda, Ben Whishaw, Emily Mortimer, Julie Walters. Nel film anche Dick Van Dyke, che nel primo film interpretava lo spazzacamino Bert e il banchiere Mr. Dawes Sr.

Sinossi

Nel 1934 la scrittrice P.L. Travers presentò per la prima volta al mondo la pragmatica bambinaia con il libro “Mary Poppins”, ma nel corso dei successivi cinquant’anni scrisse altri sette libri pieni di avventure magiche con l’enigmatica governante.

Il Ritorno di Mary Poppins è ispirato alla grande quantità di materiale inedito presente in questi libri successivi. “Abbiamo cercato di conservare l’essenza delle opere di Travers abbracciando la natura classica e la bellezza dei libri e portando avanti l’eredità dei meravigliosi mondi da lei creati” spiega il regista, “ma allo stesso tempo abbiamo rivisitato quel mondo in modo completamente nuovo, con una nuova storia e una nuova colonna sonora. Inoltre, abbiamo cercato di rendere il racconto più accessibile per il pubblico moderno così da poter coinvolgere tutte le famiglie”.

Prodotto dallo stesso Marshall insieme a John DeLuca (Chicago) e Marc Platt (La La Land), il nuovo film Disney Il Ritorno di Mary Poppins è ambientato a Londra durante la Grande Depressione (il periodo in cui furono scritti i libri originali). Michael Banks (Ben Whishaw) è ormai un uomo adulto con una famiglia tutta sua e ha accettato un impiego temporaneo presso la Banca di Credito, Risparmio e Sicurtà di Londra, la stessa istituzione finanziaria in cui lavoravano suo padre e suo nonno.

Michael vive con i suoi tre figli Annabel (Pixie Davies), John (Nathanael Saleh) e Georgie (Joel Dawson) al numero 17 di Viale dei Ciliegi, ma sono tempi duri. Come se non bastasse, la famiglia sta tentando di superare la recente morte della moglie di Michael e nonostante gli sforzi della loro inefficiente ma volenterosa domestica Ellen (Julie Walters), la casa è malmessa e in un costante stato di caos.

Jane (Emily Mortimer) tenta di aiutare suo fratello Michael quando può, ma ha ereditato da sua madre l’entusiasmo per l’attivismo e combatte per i diritti dei lavoratori, un compito che la tiene sempre occupata. Con la dura realtà del periodo e il peso del recente lutto che gravano sulla famiglia, i bambini sono costretti ad assumere responsabilità da adulti e di conseguenza stanno crescendo troppo rapidamente. Come risultato, la gioia e il fanciullesco senso della meraviglia sono assenti dalle loro vite.

Mentre il rapporto di Michael con i suoi figli continua a peggiorare, il signor Wilkins (Colin Firth), il direttore apparentemente affabile e altruista della banca, avvia le procedure per il pignoramento della casa dei Banks, mandando ancora più in crisi l’esausto Michael. Fortunatamente il vento inizia a cambiare e Mary Poppins, la bambinaia che con i suoi straordinari poteri magici è in grado di trasformare qualsiasi mansione giornaliera in una fantastica avventura, torna nelle loro vite, senza essere invecchiata di un giorno. Insieme al suo vecchio amico Jack (Lin-Manuel Miranda), un lampionaio affascinante e ottimista, Mary accompagnerà i piccoli Banks in una serie di incredibili avventure arricchite da incontri con personaggi stravaganti, tra cui la sua eccentrica cugina Topsy (Meryl Streep), riportando vita, amore e risate nella loro casa.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it