Da ambiente a Memoria, a Roma 'Open day' didattica integrativa

Da ambiente a Memoria, a Roma ‘Open day’ didattica integrativa

ROMA – Integrare l’attività didattica, dalla scuola dell’infanzia fino alla secondaria di secondo grado. E’ lo scopo dei progetti educativi e formativi gratuiti, divisi in sei aree tematiche, presentati oggi all’Open day che si è svolto alla Galleria delle Vasche della Pelanda, a Roma, alla presenza dell’assessore capitolino alla Scuola, Laura Baldassarre. Queste le aree intorno a cui le associazioni hanno sviluppato i loro 78 progetti: Ambiente e Scienza; Arte e Cultura; Diritti; Intercultura e Pace; Stili di Vita; Storia e Memoria.

“Ogni anno con un avviso pubblico- ha detto l’assessora all’agenzia Dire- diamo la possibilità a chi voglia proporre della attività alle scuole di Roma di poterlo fare. Solo l’anno scorso le scuole che hanno aderito sono state ben 826, oltre 2mila le classi e 48mila ragazzi che hanno partecipato. Numeri importanti che quest’anno sono destinati ad aumentare”. “Abbiamo scelto tematiche che a nostro avviso devono esserci all’interno delle scuole- ha aggiunto Baldassarre- si tratta di un grande scambio tra scuole e associazioni, istituzioni e realta’ del territorio”.

I 78 progetti spazieranno su vari fronti riguardanti le 6 aree tematiche. Si va dal gemellaggio tra una scuola della Capitale ed una keniota, per quel che riguarda il tema ‘intercultura e pace’, ai viaggi della Memoria, gli incontri con i reduci della Shoah e gli approfondimenti sulla Resistenza, nell’ambito Storia e memoria. Quindi, i progetti legati all’Ambiente con il riciclo di materiali di scarto e gli studi sui cambiamenti climatici e l’iniziativa ‘Adotta un monumento’ per quel che riguarda l’area tematica Arte e Cultura. Le attività riguarderanno sia l’orario scolastico che extrascolastico.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it