STELLA DI MARE. Un graphic novel che prende vita in una Cefalù sospesa tra antico e moderno

STELLA DI MARE. Un graphic novel che prende vita in una Cefalù sospesa tra antico e moderno

Il 4 ottobre arriva in libreria il nuovo romanzo grafico di Giulio Macaione, un libro intenso e profondo tra racconto di formazione e realismo magico

 
Roma – Si chiama “Stella di mare”, come una delle più belle canzoni di Lucio Dalla, il nuovo graphic novel di Giulio Macaione che prende vita in una Sicilia sospesa tra l’antico e il moderno. In uscita il 4 ottobre per Bao Publishing, il romanzo grafico ambientato a Cefalù è un libro intenso e profondo, tra racconto di formazione e realismo magico, segno della maturità artistica di un autore in stato di grazia.
 
Stefano vive in una perenne atarassia, disinteressato alla vita, in attesa come ogni anno dell’arrivo di un amore inespresso, un’amica che torna in Sicilia ogni estate. Lei è la sirena che lo ha irretito con il suo canto, lasciandolo privo di volontà. Ma di sirene, a Cefalù, è meglio non parlare.
 
Tra le pagine di “Stella di mare” scorrono le vite di un anziano pescatore, di una donna che vive alla finestra in attesa del marito disperso in mare anni prima, di un gatto apparentemente senza padroni, tutti vittime delle sirene, o dell’idea delle sirene. Hanno perso qualcosa, qualcuno, che è partito per non fare più ritorno, lasciando nelle loro esistenze un vuoto impossibile da spiegare a parole. Sarà proprio Stefano, incompiuto e goffo, indagando fra leggende e dicerie dell’assolata Sicilia, a scoprire i segreti delle loro storie per consentire alla vita, rimarginato il dolore, di ricominciare.
 
Perché nell’assolata estate siciliana tutto può succedere, basta non rimanere ancorati al passato.
 
Stella di Mare è un graphic novel avvolgente di 176 pagine tra segreti taciuti e antiche superstizioni.
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it