Fuori il nuovo album di Jimi Tenor "Order of Nothingness"

L'artista di culto residente ad Helsinki torna con un lavoro discografico ricco di suoni e influenze. Esplorazioni musicali che mescolano più generi

Si chiama Order of Nothingness il nuovo album di Jimi Tenor, personaggio impertinente, artista di culto estremamente prolifico e istrionico.
Dai suoi esordi nel 1994 ad oggi, Lassi Lehto – questo il vero nome del musicista, è stato capace di spaziare tra i generi pur mantenendo sempre una personalissima visione di ricerca e sperimentazione. E in questo nuovo lavoro discografico i suoni della sua ventennale carriera si sentono tutti: Jimi Tenor è capace di mescolare cosmic-jazz e space-funk, techno-future e soul fino ad arrivare ad un’elettronica dalle sfumature pop confermando la sua genialità e il suo puglio ironico.
 
Non avevo nessun tema in mente – racconta – volevo solo fare un album con alcuni beat ‘groovy’”. 
 
E negli studi della Philophon Records a Berlino, questi beat ‘che girano’ sono arrivati lavorando insieme a due ‘geni del ritmo’ come Ekow Alabi Savage (Ziggy Marley, Manu Dibango, Fela Kuti, Thirld World, Eek a Mouse, Vitamin X, Ebo Taylor) e Max Weissenfeldt (The Poets Of Rhythm, Whitefield Brothers, Dr. John, Lana Del Rey, Bombino, DJ Shadow, The Heliocentrics), sommersi da una moltitudine di strumenti esotici (anche se a volte problematici) che sono stati ampiamente utilizzati per  creare ritmi e groove meravigliosamente fluidi alternandosi tra strumenti a fiato e tastiere. Esplorazioni musicali che lui stesso descrive come “musica da viaggio per la mente”.
 
Order of Nothingness è distribuito in Italia da Goodfellas.
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it