WWF: il 7 ottobre torna Urban Nature

L’elisir di buona salute per tutti noi, e in particolare per i più piccoli, è nascosto nel verde urbano. È questo che anima Urban Nature 2018, la giornata autunnale, giunta alla sua seconda edizione, che il WWF organizza domenica 7 ottobre in tutta Italia con un grande coinvolgimento popolare e dedicata ad un nuovo modo di pensare gli spazi urbani.

Quest’anno il WWF punterà i riflettori sugli effetti che provoca uno stile di vita condizionato dal vivere in un ambiente artificiale dove la natura e la salute vengono spesso al secondo posto e dove i più piccoli sono anche i più colpiti.

Si proporranno anche  soluzioni, ideate soprattutto dai giovani,  per promuovere e proteggere la biodiversità in ambito urbano da rilanciare ad amministratori, comunità, cittadini, imprese, università e scuole.

Alcune attività saranno curate dagli studenti dell’Alternanza Scuola Lavoro. Un Villaggio della Biodiversità sarà allestito dai Carabinieri Forestali con percorsi speciali per scoprire il mondo della biodiversità italiana con 5 laboratori creativi: odorometro, biocittà, specie aliene, piante mediterranee, insetti/semi.
 
Per i più piccoli (ma anche principianti più adulti) lezioni all’aperto di disegno naturalistico a cura di Ars et natura e Aipan.
 

 

Evento. Domenica 7 ottobre Urban Nature, giunto alla sua seconda edizione, animerà circa 40 città italiane, piccole e grandi: l’invito ad un’intera giornata di festa della natura urbana è rivolto a famiglie, bambini, giovani, studenti, appassionati di natura e non, pubblico che frequenta i parchi, turisti e le tante comunità locali già attive da anni nelle aree urbane sul territorio in azioni concrete di difesa della natura.

A Roma l’evento centrale vedrà animarsi per tutta la giornata il Villaggio WWF sulla terrazza del Pincio, nel cuore ‘verde’ della capitale: si potrà esplorare, conoscere e imparare a ‘ri-costruire’ (laddove sia assente o poco curata) la biodiversità delle metropoli, anche se si hanno a disposizione spazi piccolissimi, con l’aiuto di esperti, consulenti e guide ‘speciali’ messe a disposizione dal WWF e da Myosotis.

Si potranno fare visite notturne per studiare i pipistrelli e le falene, realizzare orti-volanti, giardini verticali, collane golose per i gli uccelli, bombe di semi, ‘odorometri’, etc.

Info point sulle api e corsi per diventare protagonisti della citizen conservation imparando a realizzare orti urbani, giardini verticali, semenzai, mangiatoie e bombe di semi in terranno, nei giardini e  nei cortili scolastici. Scoprire la natura a Roma tra passato, presente e futuro nel percorso curato da Andrea Filpa, Docente di Urbanistica e delegato WWF Lazio. 
 
Si useranno anche APP gratuite sviluppate dal progetto europeo di citizen science CSMON-LIFE per scoprire e mappare le specie animali e vegetali osservate.  
 
Alle 18.00 partiranno poi le squadre per una vera e propria “guerrilla gardening” organizzata da WWF YOUng: per ripristinare la biodiversità perduta distribuiranno ‘bombe di semi’  sagome di animali in bicicletta e con altri mezzi di spostamento green e con un aperitivo finale. Grazie alla collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Musei Scientifici, ingresso gratuito, per i residenti, alla mostra “Diverso per natura” presso il “Museo Civico di Zoologia”.
 

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it