Vorrei tanto fare un test per scoprire la verità…

Ciao sono sempre io, Sarah (rapporto 18 settembre). Inizio veramente ad aver paura di essere incinta, vorrei tanto fare un test per scoprire la verità. Il problema è che io ho 14 anni e non penso proprio che se vado a comprarlo me lo diano, e il mio compagno non vuole andare, anche se anche lui vuole farmelo fare. Non so veramente come procedere in questo caso!! Comunque ho scritto per sapere quali sono i sintomi di gravidanza e per chiedere se può entrarci qualcosa il dolore all’inguine sinistro, a volte mal di pancia (molto simile al dolore del ciclo quando sta per arrivare) e mal di testa. In questi giorni sto avendo questi sintomi e quello dell’inguine oggi mi sta tormentando, e mi fa molto male. Però mi sono accorta che se non ci penso e magari sono con gli amici, nemmeno mi accorgo del dolore, come se non avessi niente.
Vi prego aiutatemi! Questi sintomi posso entrarci con quelli di una gravidanza?
Grazie in anticipo della risposta!!

Sarah, 14 anni


Cara Sarah,
comprendiamo l’agitazione che stai vivendo e immaginiamo che non sia facile recarsi in una farmacia per acquistare un test di gravidanza. Tieni presente che non è necessario essere maggiorenne per richiedere un test di gravidanza, inoltre nelle farmacie ci sono persone qualificate in grado di essere discrete e rispettare la delicatezza della richiesta, le dottoresse sono abituate a richieste simili e per questo motivo si mostrano attente e comprensive. Data la tua giovane età immaginano la vergogna che si prova nel fare questo tipo di richiesta. Forse andare insieme al tuo partner potrebbe essere importante per entrambi in modo che l’uno fa da sostegno all’altro. Dalle tue parole emerge che entrambi volete tranquillizzarvi e “scoprire la verità”, in queste situazioni essere in due aiuta a non sentire il peso esclusivamente su un unica persona. Prova a riparlarne con il tuo fidanzato, spiegandogli che insieme ce la potete fare, tirando fuori un pizzico di coraggio.
Riguardo i sintomi di una gravidanza è bene sapere che spesso  possono essere molto simili a quelli del ciclo mestruale e in tal caso il test di gravidanza, che puoi effettuare dal 1° giorno di ritardo o 14 giorni dopo il rapporto a rischio, è il test più attendibile. Non sottovalutare però lo stato emotivo che in questa situazione potrebbe influire sul ciclo mestruale determinando un eventuale ritardo. Stress, ansia e nervosismo certamente non aiutano e tu stessa scrivi che quando sei in compagnia i sintomi sembrano scomparire per poi ritornare quando forse la tua attenzione è diretta di nuovo sul corpo e sulla preoccupazione. I sintomi che lamentano potrebbero essere segno dell’imminente arrivo del ciclo. Se vuoi toglierti ogni dubbio ti consigliamo di effettuare il test in modo da tranquillizzarti e ritrovare con il tuo partner la serenità.
Speriamo di averti aiutata.
Un caro saluto!

12 ottobre 2018