Il Nome Della Rosa: primo trailer della serie tv targata Rai

Il Nome Della Rosa: il primo trailer della serie tv targata Rai

ROMA – Il Nome della Rosa arriva sul piccolo schermo. Dopo il successo riscosso dal film del 1986 tratto dall’omonimo bestseller di Umberto Eco, il celebre racconto sarà trasmesso dalla Rai in una serie tv di otto puntate.  

ROMA – Il Nome della Rosa arriva sul piccolo schermo. Dopo il grande successo riscosso dal film del 1986 tratto dall’omonimo bestseller di Umberto Eco, il celebre racconto sarà trasmesso dalla Rai in una serie tv di otto puntate.

Un compito arduo quello del nuovo progetto, che dovrà tenere testa al film “Il Nome della Rosa” diretto da Jean-Jacques Annaud e interpretato da Sean Connery e un giovane Christian Slater.

Il cast

La serie tv, che andrà in onda in primavera, sarà diretta da Giacomo Battiato e prodotta da 11 Marzo Film, Palomar e TMG, in associazione con Rai Fiction. In attesa di vedere il risultato finale, il cast con nomi d’eccezione promette bene: accanto a John Turturro che inevitabilmente ‘subirà’ il paragone con Sean Connery per l’interpretazione di frate Guglielmo da Baskerville, saranno presenti anche Rupert Everett, Michael Emerson, James Cosmo, Stefano Fresi, Alessio Boni, Roberto Herlitzka, Fabrizio Bentivoglio, Piotr Adamczyk, Damian Hardung e Greta Scarano.

Le riprese de “Il Nome Della Rosa”, al momento in post produzione, sono iniziate a gennaio e durate circa 20 settimane. A fare da sfondo alla narrazione  i panorami dell’Abruzzo e Perugia. La chiesa e i chiostri sono stati invece ricostruiti negli studi di Cinecittà a Roma.

La trama

Nel 1327, alcuni terribili omicidi sconvolgono un’abbazia benedettina sperduta tra i monti del Nord-Italia. Nel monastero dovrà svolgersi un importante concilio francescano a cui è chiamato a partecipare frate Guglielmo da Baskerville, che giunge all’abbazia insieme al suo giovane novizio, Adso da Melk. L’abate, conoscendo il passato da inquisitore di Guglielmo, gli affida il delicato caso delle morti avvenute dentro il monastero, in quanto molti sono convinti che siano stati causati dalla mano del maligno e la prova è il fatto che le vittime avevano le dita e la lingua di un intenso colore nero.

 

Il primo trailer della serie tv

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it