Preside Caivano: Dipendenze nascono da solitudine

Preside Caivano: Dipendenze nascono da solitudine

ROMA – “La scuola è una famiglia e una sicurezza per i genitori, è il punto di riferimento di qualsiasi disagio e noi dobbiamo essere pronti ad affrontarli come mamme e come istituzioni”. Eugenia Carfora, dirigente scolastica dell’isituto ‘Morano’ di Caivano commenta così, all’agenzia Dire, il ruolo delle scuole nella prevenzione all’uso di droghe e alcool.


Ospite del convegno ‘Mano al volante, occhio alla vita’, svoltosi questa mattina a Roma nella sala del Parlamentino del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, Eugenia Carfora ha parlato di cyberbullismo, dipendenze e difficoltà educative, mettendo in luce la realtà difficile del suo territorio. Il Parco verde di Caivano, alle porte di Napoli, è infatti una delle piazze più grandi d’Europa per spaccio, prostituzione e degrado. Un contesto sociale difficile in cui la scuola svolge un ruolo di primo piano nell’educazione dei ragazzi.


“A scuola dobbiamo far entrare i sentimenti- ha proseguito la dirigente- oggi i giovani hanno accesso a mezzi straordinari, ma rischiano di perdersi perché non sanno padroneggiarli. Ma io sono fiduciosa: sono tutti bravi ragazzi, ma sono soli”. Droga, alcool e fumo sono le risposte più semplici ai problemi interiori che i giovani non riescono a esprimere, ma che provocano un disagio ancora più significativo.