SALE. L'esordio discografico di un giovane cantautore romano

SALE. L'esordio discografico di un giovane cantautore romano

Uscirà a gennaio per Materiali Sonori "L'Innocenza dentro me", il primo disco di inediti di Eugenio Saletti

Roma – Nuovi volti si affacciano sul panorama musicale del cantautorato italiano. È prevista per gennaio 2019, l’uscita de “L’Innocenza dentro me”, opera prima di Sale (nella vita Eugenio Saletti), ventenne cantautore romano. Il disco è ricco di spunti e sonorità differenti legati insieme – come un concept album – dal tema dei cambiamenti della vita, nel passaggio dall’adolescenza all’età adulta. Un lavoro discografico inedito prodotto dalla storica etichetta indipendente Materiali Sonori e realizzato grazie al progetto “S’illumina” promosso da SIAE e MiBACT. Gli argomenti centrali nel suo percorso creativo sono quelli dell’inclusione, dell’accettazione e della relazione con l’altro/a, dell’integrazione e dell’accoglienza, sviluppati grazie anche all’esperienza fatta come membro del gruppo Funkmessengers, capitanati dal rapper ruandese Juru, che incentravano tutto il loro repertorio sui temi dell’integrazione e del rispetto.

Multistrumentista (suona chitarra, basso, pianoforte e tastiere), Sale in questo primo lavoro intende far emergere le potenzialità del suo percorso artistico che attinge alla tradizione della canzone d’autore italiana, unita alla passione per il rock inglese e a sonorità elettroniche. “L’innocenza dentro me” oltre a Sale che suona chitarre, basso, piano, tastiere, vede la partecipazione di Seby Burgio a piano e tastiere (già collaboratore di Enrico Rava, Fabrizio Bosso, Mannarino, Stefano Di Battista, Renzo Arbore, Chiara Civello, Mario Venuti, Fabio Concato, Roy Paci…),  la giovane voce di Cristina Cecilia con la quale duetta nel brano “Rimani” e l’apporto in due brani con testi di due cantautori dell’Officina Pasolini, la scuola di alta formazione musicale diretta da Tosca che Sale frequenta da un anno. La supervisione della batteria è di Filippo Schininà (Leo Pari, Giulia Anania, Barbara Eramo, Mimmo Locasciulli, Nidi D’arac) e la produzione artistica è del multistrumentista e compositore Stefano Saletti.