Muore soffocato, addio allo street artist Alessandro Caligaris

Muore soffocato, addio allo street artist Alessandro Caligaris

ROMA – Morto soffocato per un pezzo di carne. Se n’è andato così, a soli 37 anni, lo street artist e fumettista Alessandro Caligaris mentre era a cena con la fidanzata in un locale di Torino venerdì scorso.

Un fine dettata dalla sfortuna la sua. Nonostante nonostante l’intervento dei sanitari della croce rossa fosse riuscito e le vie respiratorie erano state liberate, Caligaris è morto all’ospedale Molinette di Torino dopo quattro giorni di agonia.

A dare la notizia della scomparsa del fumettista è stata la sua casa editrice Eris edizioni con un messaggio su Facebook: “Questa è una di quelle notizie che non si vorrebbero mai dare. Purtroppo il nostro amico Alessandro Caligaris ci ha lasciato due notti fa. Non abbiamo molte parole per esprimervi il nostro dolore per aver perso una parte di noi, umanamente e professionalmente. Ci abbiamo creduto insieme, abbiamo percorso i primi passi insieme e insieme siamo cresciuti in questo mondo di disegni e parole. Se avete percorso anche solo un pezzetto di strada insieme ad Alessandro e voleste lasciarci un messaggio anche privato lo gireremo alla famiglia”.