In ASI 20 anni di Stazione Spaziale Internazionale e gli esperimenti di Beyond

Domani, 20 novembre 2018, in live streaming dalle 10.00

L’assemblaggio della Stazione Spaziale Internazionale ha costituito un imponente sforzo di architettura spaziale, iniziato nel novembre del 1998. Il primo segmento della ISS, Zarja, fu lanciato il 20 novembre a bordo di un razzo russo Proton automatico.

La Stazione Spaziale Internazionale è una stazione spaziale in orbita terrestre bassa, dedicata alla ricerca scientifica e gestita come progetto congiunto da cinque diverse agenzie spaziali: la statunitense NASA, la russa RKA, l’europea ESA (con tutte le agenzie spaziali correlate), la giapponese JAXA e la canadese CSA-ASC. Dovrebbe restare in funzione fino al 2024, data prevista per il raggiungimento degli obiettivi scientifici.

L’Agenzia Spaziale Italiana celebra i 20 anni di vita dell’avamposto cosmico illustrando gli esperimenti che l’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea Luca Parmitano effettuerà il prossimo anno nel corso della missione Beyond.

LA DIRETTA DELL’EVENTO QUI’

Luca Parmitano sarà in video-collegamento per raccontare le attività relative agli esperimenti dell’ASI che effettuerà a bordo della Stazione Spaziale. Modelli e descrizioni delle singole sperimentazioni saranno visibili e presentate da tutti i responsabili.

Programma:

Ore 10.30 Video International Space Station

Ore 10.35 Gabriele Mascetti: ISS la nostra casa nello spazio compie 20 anni e utilizzo dell’Italia

Ore 10.45 presentazione Esperimenti Agenzia Spaziale Italiana per la missione Beyond

· Argotec/Telespazio per supporto utilizzo ISS da parte di ASI per 5 dei 7 esperimenti
· Acustic Diagniostics
· Nutriss
· Amyloid Aggregation
· Lidal
· Mini-EUSO
· XenoGRISS
· Iperdrone


Ore 11.30 Video collegamento con Luca Parmitano via Skype con saluti di benvenuto da parte del neo Commissario dell’ASI, Professor Piero Benvenuti

Ore 11.35 Q&A
Ore 11.50 Toccare con mano gli esperimenti della missione Beyond

Ore 12.30 Termine dell’evento

Piero Benvenuti è nato nel 1946 a Conegliano (TV). È coniugato e ha due figli. Ha studiato presso l’Università Padova, presso la quale si è laureato in Fisica nel 1970.

Nel 1970 inizia la sua attività professionale come Astronomo presso l’Osservatorio di Asiago dell’Università di Padova.

Nel 1973 è stato assistente del Prof. G. Herzberg presso lo “Herzberg Institute”, Ottawa, Canada.

Nel 1977 si trasferisce presso l’Osservatorio Spaziale IUE dell’Agenzia Spaziale Europea, a Villafranca del Castillo (Madrid), in qualità di Astronomo Residente. Nel 1981 diviene staff member dell’Agenzia Spaziale Europea e assume la carica di Direttore dell’Osservatorio IUE.

Dal 1984 al 2003 è stato responsabile scientifico Europeo del progetto “Hubble” (progetto in collaborazione tra la NASA e l’ESA) per conto dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA HST Project Scientist) e ha diretto il Centro ESA per il Telescopio Spaziale “Hubble” (Space Telescope European Coordinating Facility ) presso l’ESO (European Southern Observatory) a Monaco di Baviera.

Dal 1986 al 2005 è stato Professore Ordinario di Astrofisica presso il Dipartimento di Scienze Fisiche delll’Università di Cagliari dove, fino all’A.A. 2002-03 ha tenuto un corso di Astrofisica. Nel 2005 si è trasferito presso il dipartimento di Astronomia dell’Università di Padova come Ordinario di Astrofisica delle alte energie.

Negli anni 2000-02 è stato responsabile del progetto AstroVirTel (Telescopio Virtuale) e responsabile ESA nel Progetto AVO (Astrophysical Virtual Telescope), entrambi finanziati dalla Commissione Europea nell’ambito del 5° Framework Plan.

Nel 2002 ha condotto uno studio di fattibilità, per conto della Commissione Europea, per un programma di borse di studio di eccellenza nell’ambito della European Research Area.

Nel giugno 2003 è stato nominato Commissario straordinario per la riforma dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), di cui, nell’ottobre 2004, è stato nominato Presidente per un quadriennio. Nell’aprile del 2007 si è dimesso volontariamente dall’incarico di Presidente dell’INAF ed è rientrato in servizio presso il Dipartimento di Astronomia dell’Università di Padova.

Nel giugno 2007 è stato nominato, per un quadriennio, Consigliere di Amministrazione dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

I suoi interessi scientifici includono lo studio del mezzo interstellare diffuso, delle regioni di formazione stellare e dei resti di supernove. Si interessa attivamente di applicazioni informatiche nel campo dell’astrofisica digitale, in particolare nel progetto di realizzazione dell’Osservatorio Astrofisico Virtuale (AVO).

Si occupa attivamente di divulgazione dell’Astronomia. Ha diretto l’edizione della ESA/ESO Astronomy Exercise Series. Collabora con la pagina scientifica del “Corriere della Sera” e con il telegiornale scientifico “Leonardo”.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it