Da Trieste a Milano il viaggio della mostra 'Razzismo in cattedra'

Da Trieste a Milano il viaggio della mostra ‘Razzismo in cattedra’

MILANO – Arriva a Milano la mostra “Razzismo in cattedra”, progettata dagli studenti del liceo Petrarca di Trieste nell’ambito del percorso di alternanza scuola-lavoro, che ripercorre la storia dei professori e studenti ebrei cacciati dal Liceo Petrarca nel 1938.

La mostra, organizzata in collaborazione con l’universita’ di Trieste, il museo della comunita’ ebraica ‘Carlo e Vera Wagner’ e l’Archivio di Stato di Trieste, era stata contestata e aveva subito uno stop nella propria citta’, poi annullato, giungendo ora invece al Memoriale, grazie all’intervento dell’Assessore Lorenzo Lipparini del Comune di Milano.

“Per noi e’ un piacere e un onore ospitare la mostra e gli studenti, che saranno ovviamente presenti il giorno dell’inaugurazione- si legge nel comunicato dell’evento- e’ grazie a iniziative come questa che la memoria resta viva e, utilizzando le parole di Liliana Segre, rende liberi”.

“Siamo molto contenti perche’ e’ una affermazione della qualita’ del lavoro dei ragazzi e dei docenti. Peraltro e’ significativo che questa mostra, inizialmente osteggiata a Trieste, stia girando molto. Iniziamo dal memoriale della Shoah, un luogo molto evocativo”. Cosi’ alla Dire Antonella Maucioni, dirigente scolastica del Liceo Da Vinci di Maccarese, presidente della Rete delle scuole ‘Fare Memoria’ che aggiunge: “La mostra dovrebbe girare nelle scuole aderenti al progetto ‘Amiche dei diritti’ in virtu’ di una partnership con Amnesty International. Speriamo di essere tra le scuole che la potranno ospitarla”.

L’inaugurazione di mercoledi’ 28 novembre iniziera’ alle 18.30 al Memoriale della Shoah di Milano, Piazza Edmond J. Safra, 1 (gia’ Ferrante Aporti 3).

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it