Tutto pronto per l’ammartaggio di InSight

Iniziato il conto alla rovescia per l’atterraggio su Marte della sonda Insight (Interior Exploration using Seismic Investigations, Geodesy and Heat Transport), letteralmente “esplorazione interna mediante l’utilizzo di indagini sismiche, geodesia e trasporto di calore”.

L’atterraggio è previsto nella regione vulcanica chiamata Elysium Planitia, quando in Italia saranno le 20.53

Focus Tv trasmetterà la diretta dei “7 minuti di terrore”, oggi 26 novembre a partire dalle 20.15, sul canale 35 del digitale terrestre.


A bordo di #InSight anche un po’ di Italia con lo strumento LaRRI



La Nasa li chiama “Sette minuti di terrore”. Atterrare su Marte, infatti, resta un passaggio critico per le missioni marziane, per via dell’atmosfera rarefatta del pianeta che non fa da freno naturale durante la discesa.

La sequenza prevede tre momenti principali: si parte con l’ingresso in atmosfera a una velocità di 19.800 chilometri orari, qundi rallenterà fino a otto chilometri orari prima di toccare il suolo marziano.
Durante questo periodo, InSight effettuerà la prima frenata grazie dall’accensione di piccoli razzi. Seguirà l’apertura di un grande paracadute che dovrà rallentare ulteriormente la veloce corsa del veicolo verso il suolo.


TIMELINE dell’atterraggio di InSight

– 20:40 separazione della sonda dalla piattaforma che l’ha portata fino a Marte
– 20:41 Insight cambierà orientamento in modo da posizionarsi correttamente per l’ingresso in atmosfera, che avverrà sei minuti più tardi alla velocità di 19.800 chilometri orari
– 20:49 durante la discesa, lo scudo termico raggiungerà la temperatura di 1.500 gradi, 15 secondi più tardi la decelerazione toccherà il picco, e il surriscaldamento potrà causare temporanei blackout radio
– 20:51 verrà aperto il paracadute e subito dopo avverrà il distacco dello scudo termico, dopo 10 secondi il lander dispiegherà le sue tre zampe
– 20:52 verrà attivato il radar per misurare la distanza dal suolo
– Dopo la separazione dal guscio posteriore e dal paracadute, entreranno in azione i retrorazzi e il lander farà una giravolta per mettersi in posizione e rallenterà ancora per tentare un atterraggio morbido
– Se tutto andrà secondo i piani, il touchdown avverrà alle 20:54
– 21:01 Insight proverà a inviare a Terra un segnale, che vorrà dire che tutto è andato bene   
– Alle 2 della notte si saprà se Insight è riuscito ad aprire i pannelli solari


Contestualmente, si verificherà l’espulsione dello scudo termico, e saranno dispiegate le tre gambe incaricate di ammortizzare l’urto del contatto.

C’è un motivo per cui gli ingegneri definiscono la fase di atterraggio su Marte come i ‘sette minuti di terrore’: non possiamo usare il joystick per la discesa, perciò dobbiamo affidarci ai comandi con i quali è stata programmata la sonda spaziale“, spiega Rob Grover, responsabile della fase Edl.



Un modo in cui gli ingegneri saranno in grado di confermare rapidamente il completamento delle attività della sonda è la trasmissione di dati verso la Terra in tempo quasi reale da parte dei piccoli satelliti CubeSat, noti come Mars Cube One (MarCO).

L’arrivo su Marte è entusiasmante, ma gli scienziati stanno già occupandosi del periodo successivo al landing”, spiega Lori Glaze della Planetary Science Division alla NASA.

Una volta che InSight sarà presente sul Pianeta Rosso e i suoi strumenti saranno attivi, inizierà a raccogliere informazioni essenziali sulla struttura dell’interno di Marte, informazioni che ci aiuteranno a comprendere la formazione e l’evoluzione di tutti i pianeti rocciosi, incluse la Terra e la Luna ma anche Mercurio e Venere


DIRETTA DELLA NASA

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it