MustRow. Esce "Sugar Baby", un album d'esordio tra blues e rock

MustRow. Esce “Sugar Baby”, un album d’esordio tra blues e rock

Roma – È su tutte le piattaforme digitali “Sugar Baby”, prima prova discografica di MustRow, all’anagrafe Fabio Garzia. Il musicista, compositore e arrangiatore, ha autoprodotto e realizzato interamente l’album, dando suono a un lavoro che affonda le radici nella tradizione blues d’oltreoceano, anche grazie all’utilizzo di strumenti come Dobro e Lap Steel, mescolata a un sound più moderno tra Alternative e Garage Rock.
 
Due i singoli estratti da  “Sugar Baby”:  “Let it fall” e  “Stand the Line” (in collaborazione con Richveel). Il primo, più intimo e narrativo è legato ad una sfera affettiva, fatta di legami e di ricordi; il secondo invece dà voce alla parte più dura, quella fatta di momenti in cui si arriva a toccare il fondo, quando la vita ci porta alla completa autodistruzione per poi rialzarsi e ricostruire.
 

Quella di MustRow è una voce graffiante e non troppo “educata”. L’artista ha la testa nella musica da quando era ragazzino: suo  padre lo ha cresciuto con i classici del blues “roots” e il rock anni Settanta regalandogli la prima chitarra a quattordici anni. È con la Gibson diavoletto che Fabio ha iniziato a  registrare le sue canzoni con un vecchio “mangiacassette”. Dopo una carriera di session man con vari artisti italiani della scena pop nazionale, MustRow si lancia oggi in un percorso solista tutto suo.

“Sugar baby” suona un bel pezzo di vita, mescolando gli anni Settanta alle sonorità anni Novanta, quelle con cui MustRow è diventato grande.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it