A Genova un concerto di studenti per la Valpolcevera

L'iniziativa scolastica per unire la comunità nel primo Natale dopo il crollo del ponte Morandi

GENOVA – ‘Rapoesia. Stasera stai con noi’. Si intitola cosi’ l’evento che si terra’ martedi’ 18 dicembre dalle ore 20.30 presso il Teatro Govi di Bolzaneto. In piena Valpolcevera, nei giorni della demolizione di quel che ancora resta del Ponte Morandi, le classi terze della scuola secondaria di primo grado ‘A. Caffaro’ di Certosa si esibiranno in un concerto, dirette dal rapper genovese Daniele La Vittoria.

Componente del duo musicale vocale Popular Chic, Daniele La Vittoria sta promuovendo il progetto “Rap nelle scuole-Laboratori Educativi Musicali” e come volontario ha insegnato canto rap agli studenti di terza media della Caffaro: “Un modo per offrire una opportunita’ e una nuova esperienza ai ragazzi”, ha dichiarato alla Dire.

“Questo sarà un natale particolare- ha proseguito- il primo dopo il crollo del ponte Morandi. Con il patrocinio gratuito del Municipio V della Valpolcevera, l’istituto comprensivo di Certosa ha organizzato questo spettacolo. Gli alunni interpreteranno un brano di natale rivisto in chiave rap, inoltre ci saranno altri artisti genovesi, tra cui i Popular Chic che canteranno tra le altre ‘Genova e’ Mare’, brano dedicato alla nostra città, e presenteranno il nuovo singolo ‘E’ La Fame’, canzone scritta il giorno dopo il crollo del ponte”.

“Ci siamo molto impegnati, siamo carichi e soddisfatti di avere raggiunto il nostro obiettivo. Siamo davvero elettrizzati per il concerto”. Hanno detto alla Dire Chiara, Francesco e Giorgia, studenti della classe 3A, attivi nel progetto di formazione al giornalismo ‘La Scuola Fa Notizia’. Ospiti confermati della serata alcuni esponenti politici locali tra cui il presidente di municipio della Valpolcevera Federico Romeo ed alcuni assessori. L’ingresso e’ gratuito, con oblazione volontaria destinata alla scuola.

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it