Sono preoccupato per la salute della mia ragazza...

Sono preoccupato per la salute della mia ragazza…

Buon giorno, le volevo esporre un problema che ormai tiene in ansia me e la mia ragazza e rischia di farci impazzire. Scusate se sarò un po’ lungo, ma sono davvero preoccupato, anche per la salute della mia ragazza.
Il 25 sera sono stato in intimità con la mia ragazza. Non c’è stata penetrazione, lei è ancora vergine, abbiamo fatto solo petting. Alla fine della masturbazione, io mi sono ripulito con uno fazzoletto. Preso dal momento ho iniziato a masturbare la mia ragazza nelle parti intime. Dopo pochissimi secondi ci siamo subito fermati, coscienti della stupidaggine. Ho solamente toccato con l’indice (un po’ umido di sperma, ma nemmeno bagnato) le labbra della vagina della mia ragazza. Anche se eravamo coscienti che ci eravamo subito fermati e io non ero andato in profondità con la mano ma avevo solo sfiorato le parti intime, 12 ore dopo, il 26, abbiamo deciso di prendere la pillola del giorno dopo.
In teoria il ciclo dovrebbe iniziare fra il 13 e il 16, però la mia ragazza ha il ciclo molto irregolare, legato all’ipotiroidismo. Assumeva la pillola classica che lo regolarizzava , ma da 26 ha deciso di non prenderla più, perché avevamo saputo che alterava il risultato del test di gravidanza che volevamo fare a partire da 15 giorni dal 25.
Oggi, 31 marzo, siamo venuti a scoprire che il test di gravidanza sarà alterato lo stesso dal Tsh, perché la mia ragazza, avendo problemi alla tiroide, l’assume tutti i giorni. Inoltre, ha il ciclo molto irregolare. Non sappiamo cosa fare. Io le chiedo 3 cose : secondo lei è possibile che la mia ragazza sia incinta? Cosa dovremmo fare per avere la certezza che non sia incinta? E cosa dovrebbe fare lei adesso, come si dovrebbe comportare con la pillola? Dovrebbe prenderla appena ha il ciclo, anche se irregolare, non vorrei che la mancata assunzione potesse fare male alla sua salute, alla tiroide. come ultima cosa, volevo dire che, dal 26 a oggi, 31 marzo, la mia ragazza non ha ancora avuto le perdite di sangue legate alla pillola del giorno dopo. Solo una vola perdite bianche e ogni mattina un dolore dove ci sono le ovaie che sfuma con il passare della giornata. Se dovesse avere le perdite di sangue , come facciamo a distinguerle dal ciclo, quando deve riprendere a prendere la pillola?
Vi prego, rispondetemi, perché davvero sono disperato e non mi perdonerei mai se dovesse stare male per la tiroide o avere un figlio.
Grazie per il tempo dedicato.

Manuel, 21 anni



Caro Manuel,

ci dispiace che stiate vivendo questa situazione con così tanta ansia, la quale vi ha portato anche a scelte forse affrettate e fin troppo scrupolose.
Iniziamo col dirti che non ci sono i presupposti per pensare a una possibile gravidanza, perchè non c’è stato un rapporto completo con eiaculazione interna. L’assunzione della pillola del giorno dopo nella situazione da te descritta non era necessaria.
Basterà aspettare il prossimo ciclo per avere conferma che lei non è incinta. Il test di gravidanza potete anche farlo se serve a tranquillizzarvi, ma è comunque una precauzione eccessiva. Tenete presente che le perdite che possono presentarsi in seguito all’assunzione del contraccettivo d’emergenza sono in genere diverse rispetto al ciclo per flusso e durata.
Per quanto riguarda l’assunzione della pillola, non abbiamo ben capito se ti riferisci a quella per la tiroide, comunque viste le condizioni di salute della tua ragazza, vi consigliamo di consultare il medico che la segue il quale, conoscendo bene le sue caratteristiche e bisogni, saprà dirle come procedere.
Per il futuro cercate di affrontare più serenamente i rapporti intimi, cercando di essere più informati, in modo da essere più sereni e consapevoli e non correre rischi inutili.
Un caro saluto!

 

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it