GionnyScandal torna con il nuovo singolo, Ti Amo Ti Odio

GionnyScandal torna con il nuovo singolo, Ti Amo Ti Odio

Una storia d’amore finita ma che riaffiora nella mente
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È disponibile dal 4 gennaio su Spotify, ITunes e su tutte le principali piattaforme digitali Ti Amo Ti Odio, l’atteso nuovo singolo di GionnyScandal.

Il singolo in uscita per Virgin Records (Universal Music Italy) segna un cambiamento sostanziale nella produzione del giovane rapper con il quale approda al genere Emo Trap, portandolo per la prima volta In Italia.


Il brano, scritto dallo stesso Gionata Ruggieri e prodotto da Sam Lover, nel testo riflette direttamente l’esperienza dell’artista relativamente alla sua ultima relazione sentimentale.

“Ti Amo Ti Odio – dichiara GionnyScandal –  l’ho scritta durante la mia ultima relazione in quanto continuavo ogni giorno ad amare e ad odiare la stessa persona ed è una delle cose che succedono ad ognuno di noi con la persona con cui si è insieme. La chitarra è suonata da me, mentre tutto il resto della produzione è a cura del mio produttore. Le sonorità sono un po’ Emo e un po’ Trap, e dato il mio background Emo- core in una band ho deciso di unire per la prima volta il genere Emo con la Trap”.

Un’ atmosfera avvolgente lascia spazio ad un ritornello incalzante per una ballad intrisa di sentimento che ritrae una storia d’amore finita ma che riaffiora nella mente a testimonianza dell’indelebilità dei momenti passati insieme alla persona amata. Una storia a tratti tormentata ma  vissuta intensamente con la consapevolezza che nonostante tutto ha contribuito a renderci migliori.

Il videoclip del brano, diretto da Federico Santaiti sarà disponibile su YouTube da martedì 8 Gennaio. Insieme a Gionny protagonisti nel video saranno anche Marta Losito e Valerio Mazzei, la coppia  teen del momento che mostreranno come nei vari contesti della quotidianità i ragazzi si amino e si odino alla stesso tempo.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it