Premio Cosmos: quando gli studenti valutano gli scienziati

Al via l'iniziativa che premia la migliore opera di divulgazione scientifica

ROMA – Un riconoscimento per premiare la divulgazione scientifica che parla anche ai ragazzi. Per la prima edizione del premio ‘Cosmos’, promosso dal Miur e dalla Società Astronomica italiana, i ruoli si invertono: saranno gli studenti a valutare i testi scientifici e decretarne il vincitore. Fu Pitagora il primo ad utilizzare la parola di origine greca ‘Cosmos’, che significa ‘ordine’, per descrivere la struttura dell’Universo.

Ed è proprio in Calabria, dove il filosofo elaboro’ le sue teorie, che ha origine il premio, nato con l’obiettivo di promuovere la cultura scientifica in Italia e in particolare al Sud. Due i riconoscimenti finali: un ‘Premio Cosmos, assegnato dal Comitato Scientifico ad un’opera di divulgazione scientifica selezionata tra quelle in gara, e il ‘Premio Cosmos degli Studenti’, promosso con l’obiettivo di rendere gli studenti e le studentesse protagonisti di un’importante iniziativa scientifica, e per offrire loro la possibilità, attraverso la lettura di opere di divulgazione scientifica, di sviluppare capacita’ critiche.

Attraverso il sistema delle ‘Giurie Scolastiche’, attivate presso gli istituti scolastici di secondo grado sul territorio nazionale, i ragazzi valuteranno i testi di fisica, astronomia e matematica selezionati dal comitato organizzatore. Ogni classe identificherà un libro preferito tra i 5 scelti dal comitato, e un rappresentante di ogni classe parteciperà poi all’assemblea finale, che culminerà con la selezione dell’autore vincitore del premio degli studenti.

Le iscrizioni, che potranno essere inviate fino al 25 gennaio 2019, sono aperte a tutte le studentesse e gli studenti iscritti nelle scuole statali o paritarie, frequentanti il secondo biennio ed il quinto anno di tutti gli istituti scolastici di secondo grado sul territorio nazionale. La premiazione finale si svolgerà a Reggio Calabria il 21 giugno 2019, giorno del solstizio d’estate.

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it