La Disney è al lavoro sul live action de Il Gobbo di Notre Dame

La Disney è al lavoro sul live action de Il Gobbo di Notre Dame

La pellicola non ha ancora una data di uscita
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Continua il “throw back to” della Disney. Dopo Dumbo, Aladdin, Il Re Leone, Crudelia, La Sirenetta, Biancaneve, Pinocchio e il sequel di Maleficient,  il colosso dei film d’animazione è a lavoro su Il Gobbo di Notre Dame in chiave live action come gli altri sopracitati. Il remake della pellicola sarà un adattamento in perfetto stile musical del romanzo originale di Victor Hugo. Le musiche saranno affidate ad Alan Menken  e Stephen SchwartzStando a quanto riporta Deadline, inoltre, la sceneggiatura sarebbe stata affidata a David Henry Hwang. In veste di produttori la  Mandeville e Josh Gad, che potremmo vederlo nei panni di Quasimodo

Il classico d’animazione Disney

Uscito nel 1996 e diretto da Gary Trousdale e Kirk Wise, il film d’animazione racconta la storia di Quasimodo, il deforme campanaro della cattedrale di Notre-Dame, e della sua lotta per farsi accettare nella società. A rendergli la vita difficile c’è il giudice Frollo che, vent’anni prima, volendo ripulire la città dagli zingari, aveva ucciso la mamma del “gobbo” ed era stato punito con l’obbligo di prendersi cura dell’allora bambino. Un giorno Quasimodo trova il coraggio di andare in piazza per la festa dei Folli e uscire dalla cupa e buia cattedrale. La folla però lo aggredisce. A difenderlo, c’è Esmeralda, una giovane gitana. Frollo così ordina al capo delle guardie, Febo, di arrestare la fanciulla. Questa volta in veste di difensore c’è Quasimodo. Febo però se ne innamora e non riesce ad obbedire agli ordini del giudice. A questo punto Frollo si prepara a bruciare Esmeralda sul rogo dopo che lei ha rifiutato i suoi sentimenti d’amore per lui, ma Quasimodo la salva e la porta alla cattedrale. Febo così libera gli zingari e raduna i cittadini di Parigi contro Frollo e i suoi uomini, che cercano di entrare nella cattedrale. Quasimodo e i gargoyle versano rame fuso sulla strada per fermarli, ma Frollo riesce comunque ad entrare. Il giudice insegue Quasimodo ed Esmeralda fino alla balconata, dove cerca di ucciderli, ma cade nel baratro sottostante, morendo. Alla fine, Quasimodo arriva ad accettare l’amore tra Febo ed Esmeralda, e dà loro la sua benedizione. I due lo incoraggiano ad uscire in strada, dove i cittadini lo acclamano come un eroe e lo accettano nella società.

La pellicola – candidata ai Golden Globe e ai Premi Oscar – è considerata la più “cupa” della Disney perché esplora temi maturi come l’infanticidio, la lussuria, la dannazione, il genocidio e il peccato.

La Disney e i suoi remake

La Disney è al lavoro su molti dei suoi classici, che verranno riproposti in chiave live action. Tra questi, Aladdin, Dumbo, Crudelia e Pinocchio. Quest’ultimo con Tom Hanks nel ruolo di Geppetto però è stato bloccato da un incidente di percorso. Secondo quanto ha riferito il direttore della fotografia Seamus McGarvey, il regista Paul King ha dovuto sospendere il progetto a causa di serie questioni familiari.

Troppi Pinocchi in questo mondo?

In lavorazione ci sono tre “pinocchi”: oltre a quello King, c’è il Pinocchio di Guillermo del Toro per Netflix e quello di Matteo Garrone. Il regista di Dogman ha scelto Roberto Benigni nei panni di Geppetto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it