CITYFEST, Cinema AL MAXXI: sesta edizione apre alla serialità

In programma dal 26 gennaio al 14 aprile
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Dal grande schermo al museo: torna a Roma la sesta edizione di Cinema al Maxxi, la manifestazione che porta la settima arte in uno dei più importanti luoghi dedicati alle espressioni del contemporaneo. La rassegna, che si terrà dal 26 gennaio al 14 aprile, si svolgerà nell’ambito di CityFestil programma di eventi culturali fortemente voluto e promosso da anni con grande impegno dalla Fondazione Cinema per Roma – guidata da Laura Delli Colli, diretta da Francesca Via, prodotta dal Maxxi-Museo nazionale delle arti del XXI secolo (presieduto da Giovanna Melandri) e Alice nella città, diretta da Fabia Bettini e Gianluca Giannelli. L’evento si è consolidato negli anni come uno dei più importanti e attesi appuntamenti del panorama culturale della Capitale, facendo registrare uno straordinario interesse da parte del pubblico: un momento culturale architettato attorno alla ricerca e alla sperimentazione, in grado di unire le peculiarità del festival, della rassegna e del cineforum, con numerose attività che vanno dal cinema che fiancheggia le mostre del museo ad anteprime esclusive di film, documentari, serie tv, dagli incontri con autori e attori fino agli eventi speciali, con un costo di ingresso di cinque euro.

Perché facciamo cinema al Maxxi? Sono tante le ragioni, prima fra tutte perché il linguaggio cinematografico è un pugno nello stomaco – ha dichiarato Pietro Barrera, segretario generale della fondazione Maxxi, nel corso della conferenza di presentazione delle novità- La settima arte, più di ogni altro mezzo comunicativo, è capace di portare quello choc emotivo di cui abbiamo bisogno. Poi perché l’arte contemporanea non si accontenta di essere affissa al muro: il pubblico infatti va catturato e il cinema aiuta questa relazione. Infine perché noi puntiamo sulla ricerca. Il fatto di portare dentro il nostro museo un concorso sui migliori documentari aiuta la crescita di questa nuova generazioni di documentaristi con l’aiuto di Alice nella città, alle scuole e alle giovani generazioni. Queste rappresentano le agenzie educative necessarie“.

Il programma della rassegna, a cura di Mario Sesti, abbraccia le nuove tendenze, proprio per questo ha deciso di aprirsi alla serialità televisiva con Fox Networks Group. Nel corso della manifestazione sara’ presentato in anteprima il primo episodio di The Passage. Tratta dall’omonima trilogia fanta-horror di Justin Cronin, la nuova serie televisiva targata FOX è prodotta da Ridley Scott e firmata da Elizabeth Heldens.

Tornerà, per il secondo anno consecutivo, Extra Doc Festival, un vero e proprio concorso di documentari italiani editi e inediti a cui si affiancherà un percorso educational con ExtraSchool.doc. Arricchiscono il programma anche le sezioni Extra Speciale, Extra Incontri e Alice Family. Inoltre, tre specifiche sezioni saranno dedicate alle mostre in corso al Museo: Low Form, sul rapporto fra arte e intelligenza artificiale, La strada, come luogo di creatività, di sfide e di battaglie civili, e Cinema e fotografia, in relazione alla personale dedicata a Paolo Pellegrin. 

Per il programma e tutte le altre informazioni e’ possibile consultare i siti www.maxxi.art e www.romacinemafest.it. Gli hashtag ufficiali per commentare sui social la rassegna sono #CityFest e #CinemaAlMAXXI.

Cinema al MAXXI: Alice nella città per i giovani

Cinema al Maxxi inoltre si propone da anni vicino alle tematiche dell’infanzia e dell’adolescenza grazie all’impegno di Alice nella città: torna per il settimo anno il Ciak Alice Giovani, il Ciak d’Oro speciale nato dalla collaborazione del mensile CIAK con Alice, sezione indipendente e autonoma della Festa del Cinema di Roma, che premia i film che si rivolgono ai ragazzi e raccontano il loro mondo.

I 12 film italiani selezionati scelti da Alice assieme alla redazione di Ciak sono usciti ed in uscita tra il 1° maggio 2018 e il 30 aprile 2019, parteciperanno al progetto educational e saranno inseriti come percorso aggiuntivo con schede e materiali didattici e di approfondimento realizzati dai critici della rivista, nella library della piattaforma web dedicata alle scuole.

Nei film selezionati quest’anno scopriamo richiami a ribellioni (Manuel, Fiore Gemello, La paranza dei bambini) e ricerche di autenticità (Zen – sul ghiaccio sottile); collegamenti ai misteri insoluti del fiabesco (I racconti dell’orso), tra culture e tipologie sociali (La Terra dell’abbastanza, Bangla); sintonie e appelli a momenti storici (Sembra mio figlio, La strada dei Samouni, 1938 – Diversi). Ci parlano di un oggi molto nostro (Un giorno all’improvviso, Ti presento Sofia), italiano, europeo e globale. Nel contesto dei Ciak d’Oro, la selezione pensata per i giovani funziona come un reagente. Una grande speranza, che mette al centro una sola convinzione: come ricordava Jean-Luc Godard, “solo il cinema non è tutto il cinema”.

LE INFO PER VOTARE

I film in lizza saranno votati sia dalle scuole che, come di consueto, dai lettori di Ciak e dal pubblico di Alice nella Città: per votare uno tra i titoli selezionati, si potrà inviare una mail all’indirizzo [email protected] entro il 21 maggio 2019 indicando nome, cognome, telefono ed, eventualmente, l’istituto scolastico di appartenenza. Il film vincitore riceverà la targa nel corso della cerimonia di premiazione del Ciak D’Oro.

Ecco la selezione Ciak Alice Giovani 2019:

  1. La strada dei samouni di Stefano Savona, Italia, 128′ (Cineteca di Bologna).
  2. Ti presento Sofia di Guido Chiesa, Italia, 98′ (Medusa Film)
  3. Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio, Italia, 88′ (No.Mad Entertainment).
  4. I racconti dell’orso di Samuele Sestieri, Olmo Amato, con Olmo Amato e Samuele Sestieri, Italia, 67′ (MFN in collaborazione con Vivo Film).
  5. Fiore Gemello di Laura Luchetti, Italia, 95′ (Fandango)
  6. Bangla di Phaim Bhuiyan, Italia, 84′ (Fandango).
  7. 1938-DIVERSI di Giorgio Treves, Italia, 62′ (Mariposa Cinematografica).
  8. Zen – sul ghiaccio sottile di Margherita Ferri, Italia, 87′ (Cinecittà Luce).
  9. La Paranza dei bambini di Claudio Giovannesi, Italia, 105′ (Vision Distribution).
  10.  Sembra mio figlio di Costanza Quatriglio, Italia-Belgio-Croazia-Iran, 103′ (Ascent Film).
  11. La terra dell’abbastanza di Damiano D’Innocenzo e Fabio D’Innocenzo, Italia, 96′ (Adler  Entertainment).
  12. Manuel di Dario Albertini, Italia, 98′ (Tucker Film).

Per tutte le info, consulta il sito http://alice.mymovies.it

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it