Tutto è cominciato quando una persona ha cominciato ad “infastidirmi”…

Salve sono un paio di mesi che vivo in questo stato di ansia… sono fidanzata da 4 anni e amo tanto il mio fidanzato ma allo stesso tempo mi si è inserito un chiodo in testa che non mi fa vivere bene…tutto è cominciato quando una persona completamente estranea a me ha cominciato a “infastidirmi” io sono sempre stata molto ferma sulle mie decisioni, fino a che una sera lui con una frase mi ha toccato particolarmente, ovvero io gli dissi che amavo tanto il mio fidanzato e lui mi rispose:” se lo amavi tanto non eri qui a parlare con me”…io fino a quel momento ero tranquilla e non mi interessava ciò che diceva…dopo quella frase è come se nella mia testa si fosse insinuata questa cosa: “se l’ho risposto o ci ho parlato è vero che non amo il mio ragazzo…sto sempre a pensare a quello non riesco ad essere tranquilla…ho gli attacchi di panico crisi di ansia tanto che delle volte mi faccio venire i mal di testa….
Vorrei qualche consiglio
grazie in anticipo

Arianna Maria, 23 anni


Cara Arianna Maria,
parlare con un’altra persona non significa non amare più il proprio partner, occorre però che tu rifletta su ciò che è accaduto, sul motivo per cui le parole di questa persona ti hanno toccata così nel profondo. Cosa hanno smosso? Cosa ti ha spinto ad avere un dialogo con questa persona? A volte si può essere spinti dalla curiosità o dalla monotonia del rapporto che si vive e quindi un “incontro” può caricarsi di altro.  Ma se tu sei serena sui tuoi sentimenti, non dovrebbe esserci posto per altro…Che ne pensi? Scrivi che questa situazione è diventata un chiodo fisso nella tua mente, arrivando a provare ansia e mal di testa.  Che sta succedendo? Prova a riflettere su quanto detto fino ad adesso, non avere paura di ascoltare le tue emozioni, sono loro a guidarti e a darti delle risposte!
Se vuoi facci sapere come evolve la situazione.
Un caro saluto!

29 Gennaio 2019