Firenze, al liceo Capponi scatta occupazione studenti

FIRENZE – “Alcuni bagni sono inutilizzabili, il riscaldamento funziona a singhiozzo e abbiamo problemi alle coperture, tanto che in una classe al terzo piano entra acqua dal soffitto quando piove”. Dopo i cortei e le manifestazioni sotto la Città metropolitana e Palazzo Vecchio, gli studenti del liceo Capponi, che fa parte dell’istituto Capponi-Machiavelli di Firenze, […]

FIRENZE – “Alcuni bagni sono inutilizzabili, il riscaldamento funziona a singhiozzo e abbiamo problemi alle coperture, tanto che in una classe al terzo piano entra acqua dal soffitto quando piove”. Dopo i cortei e le manifestazioni sotto la Città metropolitana e Palazzo Vecchio, gli studenti del liceo Capponi, che fa parte dell’istituto Capponi-Machiavelli di Firenze, hanno deciso di occupare palazzo de’ Frescobaldi.

Lezioni interrotte e protesta “che potrebbe andare avanti anche nei prossimi giorni”, avvertono, parlando alla ‘Dire’, i ragazzi alla all’ingresso della scuola mentre attendono che si concluda l’incontro tra i rappresentanti d’istituto e i dirigenti scolastici. Ragazzi che davanti al portone della scuola hanno srotolato uno striscione in cui è scritto “scuola antirazzista”.

La protesta, infatti, segue un doppio binario. C’è il “piano pratico, quello delle inefficienze strutturali”, con i ragazzi che puntano il dito contro il Comune e l’ex Provincia, e quello politico: “Siamo qui anche per dire no alle politiche sui migranti e alla logica dei porti chiusi del ministro Salvini”.

2019-02-08T15:08:14+01:00