Retape. La provocazione de’ LeSigarette sul palco dell’Auditorium

L'irriverente duo domenica è in cartellone al Teatro Studio e intanto lancia l'appello al Vice Sindaco: "Bergamo, prenditi cura dei musicisti"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Roma – Può una garage band entrare nel tempio della musica romana? Succede grazie a Retape, la manifestazione dedicata alla scena underground della capitale in programma all’Auditorium Parco della Musica. A calcare il palco del Teatro Studio, domenica, è la volta de LeSigarette, duo irriverente e provocatorio nei suoni e nelle rime che, anche ai microfoni di Diregiovani, non si è tirato indietro dal lanciare qualche sana provocazione. A un anno dall’uscita del loro album, “La Musica non serve a niente”, LeSigarette arrivano all’Auditorium grazie ad un rapporto consolidato con Ernesto Assante, il direttore artistico di Retape.
«Sarà una bella sfida capire cosa succede nel tempio della musica classica, del jazz o comunque dei big della canzone con una band come la nostra».
Si dicono pronti e felici di aver trovato “spazio” e colgono l’occasione per ampliare il discorso, perché la scena romana è esplosiva, la città è in fermento e più porte dovrebbero aprirsi agli artisti che crescono in città. E poi all’estero la categoria dei musicisti, si sa, è ben più protetta. Quale migliore occasione per lanciare un appello al Vice Sindaco con delega alla crescita culturale Luca Bergamo? «Bergamo curaci! Prenditi cura dei musicisti!».
Andate a vedere il concerto e mettetevi comodi, ne vedrete delle belle!

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it