Retape. La provocazione de' Le Sigarette sul palco dell'Auditorium

Retape. La provocazione de’ LeSigarette sul palco dell’Auditorium

L'irriverente duo domenica è in cartellone al Teatro Studio e intanto lancia l'appello al Vice Sindaco: "Bergamo, prenditi cura dei musicisti"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
Roma – Può una garage band entrare nel tempio della musica romana? Succede grazie a Retape, la manifestazione dedicata alla scena underground della capitale in programma all’Auditorium Parco della Musica. A calcare il palco del Teatro Studio, domenica, è la volta de LeSigarette, duo irriverente e provocatorio nei suoni e nelle rime che, anche ai microfoni di Diregiovani, non si è tirato indietro dal lanciare qualche sana provocazione. A un anno dall’uscita del loro album, “La Musica non serve a niente”, LeSigarette arrivano all’Auditorium grazie ad un rapporto consolidato con Ernesto Assante, il direttore artistico di Retape.
«Sarà una bella sfida capire cosa succede nel tempio della musica classica, del jazz o comunque dei big della canzone con una band come la nostra».
Si dicono pronti e felici di aver trovato “spazio” e colgono l’occasione per ampliare il discorso, perché la scena romana è esplosiva, la città è in fermento e più porte dovrebbero aprirsi agli artisti che crescono in città. E poi all’estero la categoria dei musicisti, si sa, è ben più protetta. Quale migliore occasione per lanciare un appello al Vice Sindaco con delega alla crescita culturale Luca Bergamo? «Bergamo curaci! Prenditi cura dei musicisti!».
Andate a vedere il concerto e mettetevi comodi, ne vedrete delle belle!

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA

LeSigarette al Retape. La video intervista
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it