Con Microsoft a lezione di robotica

Con Microsoft a lezione di robotica

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Se il futuro sarà l’intelligenza artificiale, allora sarà meglio non farsi trovare impreparati. Microsoft, l’azienda leader mondiale nel software e nelle tecnologie Internet, ha presentato il progetto ‘Ambizione Italia per la Scuola’, rivolto a tutti i ragazzi tra i 12 e i 18 anni che vogliono stare al passo con l’innovazione e la tecnologia.

Nato dalla collaborazione tra Microsoft e Fondazone Mondo Digitale, il progetto coinvolgerà 250.000 studenti e 20.000 docenti in tutta Italia, per acquisire competenze nell’ambito dell’Intelligenza artificiale e della robotica attraverso un approccio esperienziale e l’uso di tecnologie digitali.

Gli studenti si cimenteranno anche in laboratori di produzione, hackathon e maratone di creatività. I corsi si svolgeranno in 37 hub dislocati in 14 regioni italiane, con poli principali a Milano, presso la Microsoft House, e Roma, nella Palestra dell’Innovazione.

L’obiettivo del progetto di Ambizione Italia è raggiungere oltre 2 milioni di giovani e professionisti italiani entro il 2020, per sostenerli nella formazione e nell’aggiornamento e restare al passo con l’innovazione tecnologica e l’Intelligenza Artificiale.

Un percorso che prevede la formazione di una community di educatori con il coinvolgimento dei dipendenti Microsoft, lo sviluppo di nuovo materiale per la formazione di studenti e docenti, un concorso CodingCup per le ragazze e la partecipazione a competizioni di coding durante la Computer Science Education Week (9-15 dicembre 2019) . Inoltre, al termine del programma verrà assegnato il premio per il miglior docente di informatica, in collegamento con la 9ª edizione del concorso internazionale Global Junior Challenge 2019 dedicato a Tullio De Mauro.

In occasione del lancio di Ambizione Italia per la Scuola, sono stati presentati anche altri progetti che si sono già distinti per creatività e portata innovativa. Gli studenti dell’IIS Cipriano Facchinetti di Castellanza, Varese hanno ideato per esempio Good Morning, un guanto in grado di tradurre la lingua dei segni in voce attraverso dei sensori capaci di analizzare i movimenti delle mani e trasmetterli a un altoparlante che converte il segnale elettrico ricevuto in onde sonore.

Ad Avellino, invece, gli studenti del Liceo Pasquale Stanislao Mancini hanno realizzato Floatalyzer, una piattaforma galleggiante per misurare e combattere l’inquinamento dei fiumi in grado di analizzare in tempo reale la qualità dell’acqua, rilevare eventuali sostanze nocive e raccogliere i dati emersi in un database. Infine, i ragazzi dell’IIS Leonardo Da Vinci, Roma hanno pensato a Ciutech un ciuccio intelligente capace per esempio di monitorare costantemente la temperatura corporea di un neonato e il suo stato di salute attraverso l’analisi della saliva.

Tutte le informazioni su ambizioneitalia.it e sul blog in cui vengono raccolte le attività con le scuole: innovationgym.org/category/ambizione-italia/

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it