Lady Gaga e Bradley Cooper emozionano il pubblico degli Oscar con Shallow

Lady Gaga e Bradley Cooper emozionano il pubblico degli Oscar con Shallow

Il video della performance e della premiazione di Shallow come Miglior Canzone Originale
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Come da previsioni, Lady Gaga e Bradley Cooper hanno conquistato gli Oscar 2019. I due hanno emozionato il pubblico cantando piano e voce Shallow, il brano più rappresentativo di A star is born,scelto non a caso come Miglior Canzone Originale alla 91esima edizione degli Academy Award

Lady Gaga & Bradley Cooper - Shallow (Oscars 2019)

Lady Gaga ha ringraziato la famiglia e soprattutto Bradley, ritirando il premio. In lacrime, la star di Bad Romance è salita sul palco Mark Ronson, Anthony Rossomando e Andrew Wyatt, coautori del brano.

“Ho lavorato duramente per questo – ha detto Lady Gaga tremante -. Non si tratta solo di vincere ma di non arrendersi. Se avete un sogno combattete, con disciplina. Non importa quante volte si viene rifiutati, quante volte si cade o si viene sconfitti. È importante quante volte ti rialzi con coraggio e vai avanti”.

Durante la performance, nonostante Gaga suonasse il piano, la cantante e Bradley non hanno smesso mai di guardarsi, portando sul palco l’emozione della pellicola. 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

@ladygaga wins an Oscar: A Series. Swipe left to see the emotions 😭😭😭(To be honest, we’d also cry this much if Oprah won an acting Academy Award 🤷🏽‍♀️) #Oscars

Un post condiviso da O, The Oprah Magazine (@oprahmagazine) in data:

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

GAGA WINNING THE OSCAR FOR BEST ORIGINAL SONG!

Un post condiviso da GAGA (@gagacoven) in data:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it