Emis Killa chiude Cartoomics 2019: evento a sorpresa per i fan

Emis Killa chiude Cartoomics 2019: evento a sorpresa per i fan

Il rapper e Carosello Records presentano nella cornice della fiera 'SUPEREROE', il disco con la proiezione del cortometraggio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A pochi mesi di distanza dall’uscita di ‘SUPEREROE’, quarto album in studio, già certificato disco d’oro, Emis Killa torna protagonista per la chiusura dei tre giorni di fiera di Cartoomics con un evento speciale che unisce musica, fumetto e cinema.

La kermesse, giunta alla sua 26esima edizione, si rivela cornice perfetta per accogliere Emis Killa e il suo album “SUPEREROE”, frutto di un concept innovativo sviluppato dall’artista che comprende, oltre al disco, un fumetto scritto da lui e illustrato da Alessandro Vitti (disegnatore della Marvel che ha lavorato a fumetti quali Capitan America, Avengers, Iceman) e un cortometraggio diretto da Alessandro Prete che vede protagonisti Emis Killa insieme a Giacomo Ferrara (Spadino di ‘Suburra – La serie’).

Domenica 10 marzo, alle ore 17:30, il rapper interverrà sul palco del MovieCon, situato all’ingresso del Padiglione 12, per presentare al pubblico di Cartoomics il cortometraggio “SUPEREROE”, proiettato interamente sul maxi schermo dell’area.

Il cortometraggio vede Super Emis (interpretato da Emis Killa) battersi per proteggere le persone perbene dai criminali urbani che infestano la città. Una veste completamente nuova per l’artista che nell’episodio narrato stupirà gli spettatori con sorprese e colpi di scena.

Alla proiezione in anteprima del cortometraggio seguirà il Q&A con il pubblico e i fan. Moderano l’evento il direttore artistico di Cartoomics Filippo Mazzarella e l’attore Nicola Nocella.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it