Ho avuto dei rapporti con il mio ragazzo con la tecnica del coito interrotto...

Ho avuto dei rapporti con il mio ragazzo con la tecnica del coito interrotto…

Buongiorno Dottoressa/ri volevo chiedere un’informazione forse banale, ma sono molto preoccupata…Allora mi sn venute le mestruazioni  il 18/04/09 e il 24/04/09 (7 giorno dal ciclo) ho avuto dei rapporti con il mio ragazzo con la tecnica del coito interrotto ma lui non ha eiaculato… si vedeva solo quel liquido trasparente detto preiaculatore, dovrebbe chiamarsi così… Io ho un ciclo regolare di 28 giorni posso stare tranquilla oppure no?
Vi ringrazio in anticipo

Anonima


Cara Anonima,
il metodo del coito interrotto è uno dei metodi anticoncezionali meno sicuri che si conoscano. Infatti è possibile che durante il rapporto ci possa essere la fuoriuscita di liquido preseminale che contiene una bassa percentuale di spermatozoi ma, a volte sufficiente per “causare” una gravidanza. I giorni fertili di una donna che come te ha un ciclo regolare di 28 giorni, sono quelli che vanno dal 14° al 18° giorno di ciclo e che coincidono con l’ovulazione. Comunque anche il calcolo dei giorni fertili è poco attendibile perchè basta poco per alterare il ciclo e poi, si possono avere più ovulazioni all’interno dello stesso ciclo. Per ciò che riguarda la pillola del giorno dopo è un farmaco utilizzato come contraccezione d’emergenza e va assunta durante le 72 ore successive al rapporto sessuale. Non è un metodo anticoncezionale regolare in quanto il suo utilizzo costante comporta dei rischi. Detto questo ci sentiamo di consigliarti di non rischiare nè una gravidanza indesiderata, nè di dover ricorrere alla contraccezione d’emergenza, ma di rivolgerti preventivamente ad un ginecologo che ti possa prescrivere un metodo anticoncezionale sicuro. Se non sai da chi andare, riscrivici, a seconda della zona in cui abiti possiamo indicarti il consultorio più vicino a te.
Cari saluti
.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it