I ragazzi si mobilitano per il riscaldamento globale

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Migliaia di studenti, in tutto il mondo, il questi giorni stanno manifestando per protestare contro il riscaldamento globale e far arrivare la loro voce fino ai ‘piani alti’, affinché i politici prendano provvedimenti seri. Anche i ragazzi della 4B del Morgagni, ospiti nella redazione di diregiovani.it, hanno voluto approfondire il tema chiedendo ai passanti cosa ne pensassero del global warming.

“Un problema serio, trascurato dall’opinione pubblica”, dice un ragazzo, “un pericolo per le persone”, commenta una turista, “un problema che dev’essere risolto”, aggiunge un passante. “I politici fanno leggi e riforme ma non sul riscaldamento globale”, ammonisce una ragazza francese, che vede con preoccupazione anche la politica di Trump.

Per invertire la tendenza, però, l’iniziative deve partire proprio da noi. Abbassare il riscaldamento di casa, ridurre il consumo di carne, spegnere le luci e risparmiare acqua. Questi alcuni dei suggerimenti degli intervistati, secondi i quali “ognuno di noi può fare qualcosa”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it