Doctor Sleep, il sequel di Shining al cinema a novembre

Doctor Sleep, il sequel di Shining al cinema a novembre

Sarà Ewan McGregor a vestire i panni di un adulto Danny Torrance
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Stephen King si fa in tre. Il 2019 vedrà un tris di adattamenti cinematografici tratti dai suoi romanzi. Dopo Pet Sematary (maggio) e la seconda parte di IT (settembre), arriverà in sala il prossimo autunno  Doctor Sleep, il sequel di Shining.
Programmato l’8 novembre negli USA, il film avrà per protagonista  Ewan McGregor nei panni di un adulto Danny Torrance.

Nel cast anche Rebecca Ferguson (Rose Cilindro), Alex Essoe (Wendy, la mamma di Danny), Carl Lumbly (Dick Halloran), Kyliegh Curran (Abra Stone).

Doctor Sleep è diretto da Mark Flanagan, già al timone di horror come Oculus e Ouija: le origini del male.
Nel 2017, il regista ha adattato un romanzo di King per Netflix, Il gioco di Gerald. Sempre per la piattaforma di streaming ha dato vita all’acclamata serie horror Hill House (di cui è stata recentemente annunciata la seconda stagione).

Di cosa parla Doctor Sleep?

In Doctor Sleep, Danny è ormai un uomo adulto che, tormentato dai fantasmi dell’Overlook Hotel e dalle visioni provocate dalla luccicanza, si rifugia nell’alcol. Troverà lavoro in un ospizio, dove scoprirà come utilizzare il suo dono maledetto per dare sollievo agli anziani in fin di vita, diventando così il “Doctor Sleep”, Dottor Sonno.
Farà la conoscenza della giovane Abra Stone, anche lei “maledetta” dalla luccicanza, la più abbagliante di tutti i tempi, che riporta in vita i demoni di Dan e lo spinge a ingaggiare una poderosa battaglia per salvare l’esistenza e l’anima della ragazzina.

Sulle superstrade d’America, infatti, i membri del Vero Nodo viaggiano in cerca di cibo. Hanno un aspetto inoffensivo: non più giovani, indossano abiti dimessi e sono perennemente in viaggio sui loro camper scassati. Ma come intuisce Dan Torrance, e come imparerà presto a sue spese la piccola Abra, si tratta in realtà di esseri quasi immortali che si nutrono proprio del calore dello shining.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it