Gulliv3er, il rapper di Roma torna con il nuovo singolo "Due lamette"

Gulliv3er, il rapper di Roma torna con il nuovo singolo “Due lamette”

Il video del brano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È disponibile in radio e in tutti gli store digitali “Due Lamette”, il nuovo singolo di Gulliv3r per Honiro Ent.

Bio

GULLIV3R, romano, quartiere del Tufello, classe ’93, finito il liceo si trasferisce a Londra. Questa esperienza, che sarebbe dovuta durare qualche mese, si prolunga per quasi 4 anni dopo i quali si sposta in Scozia e in Spagna.
 
Ritorna a Roma con il sogno di fare il rapper. Inizia a collaborare con un collettivo per un circa un anno ma, come racconta lo stesso Gulliv3r – in seguito, complici molteplici divergenze artistiche ed un carattere difficile si stacca definitivamente dalla crew. È proprio in questo momento che nasce Gulliv3r. 
 
Perché Gulliv3r? “Non per i miei quasi due metri di altezza -ha spiegato il rapper- ma perché mi identifico molto in questo personaggio”.
 
“Non mi sono mai sentito a ritmo col resto del pianeta – ha raccontato – e credo sia questo il motivo per cui scrivo. Lo faccio praticamente da sempre. All’inizio non sapevo come incanalare i testi e le rime. Ho iniziato a rappare nel 2011 credo, all’inizio in stanza, poi con la mia vecchia crew seguivamo il filone della vecchia scuola, per evolverci fino alla trap più canonica. Anche lì però mi sentivo un po’ rinchiuso in un mondo che temevo e che mi respingeva”.  Poi la svolta: “Ho iniziato a collaborare con Saturno (il mio producer) da qualche mese ed è venuta fuori una voglia comune di svariate, di farlo un po’ a modo nostro, fondendo le mie liriche concious a dei suoni ‘datati’, fondendo l’auto-tune con vere chitarre, bassi distorti, White noise”. 
 
Il singolo “Due lamette – continua Gulliv3r – è il nostro primo lavoro. Sound malinconico e un testo che racconta un po’ la mia situazione attuale, la gavetta, il rapporto con la droga, le mie delusioni, la difficoltà nell’amare, la sensazione di vuoto e di morte. Nella seconda strofa invece c’è una sorta di scossone interno, come se una voce dentro di me cercasse di dirottare il tutto verso una visione più positiva. Con Saturno cerchiamo di fondere tutti i più cari background accumulati, dall’hip hop al cantautorato italiano, dall’indie all’alternative italiano e d’oltreoceano“.
 
Il brano rappresenta Gulliv3er al 100%: “Credo che in ‘Due Lamette’ ci sia un bel pezzo di me. Il mio obiettivo è quello di buttare fuori tutto, di raccontarmi in completa onestà, cosa assai difficile con tutte le spaccature interne che ho io! A 26 anni mi sento pronto per essere me stesso, con tutti i difetti e il resto. So che è più difficile arrivare e che non sarà facile. Ma sono sicuro che qualcuno là fuori è stanco dei soliti rapper. Io sono Gulliv3r”.
 
 
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it